Pesaro-Urbino, incentivi per trasformare l’auto a gpl o metano. Ecco come richiederli

di 

3 febbraio 2017

PESARO – Il rincaro del petrolio, e la notizia che a breve aumenteranno le accise sulla benzina per trovare i 3,2 miliardi necessari per evitare la procedura di infrazione all’Italia da parte della Ue, ripropone il problema del costo del carburante e rilancia metano e gpl come combustibili alternativi al gasolio e alla benzina.

A questo proposito la CNA di Pesaro e Urbino informa che sono stati stanziati dal Ministero dell’ambiente nuovi fondi per ridurre l’inquinamento atmosferico e dunque incentivi per la trasformazione a Gpl e metano, disponibili degli autoveicoli. Il fondo destinato agli eco-incentivi ammonta a circa 1.807.500 complessivi. L’Iniziativa Carburanti a Basso Impatto – denominata ICBI – tramite lo strumento della Convezione fra Comuni, annovera tutti i comuni della provincia. In tre di questi (Pesaro, Fano e Fermignano), operano invece le officine aderenti ed autorizzate all’installazione e all’applicazione degli incentivi.

Ma vediamo come possono essere suddivisi tali incentivi.

Incentivo € 500 (€ 350 a carico del fondo ICBI e € 150 a carico dell’officina richiedente) per installazione impianti GPL su automezzi privati Euro 2- 3 alimentati a benzina.

Incentivo € 650 (€ 500 a carico del fondo ICBI e € 150 a carico dell’officina richiedente) per installazione impianti metano su automezzi privati Euro 2 – 3 alimentati a benzina.

Auto gpl o metanoIncentivo € 750 per installazione impianti GPL su veicoli commerciali Euro 2-3-4-5.

Incentivo € 1.000 per installazione impianti metano su veicoli commerciali Euro 2-3-4-5.

Incentivo € 750 per installazione impianti GPL su veicoli commerciali con alimentazione diesel.

Incentivo € 1.000 per installazione impianti metano su veicoli commerciali con alimentazione diesel.

“Per usufruire dell’incentivo – spiega Riccardo Battisti responsabile provinciale di CNA-FITA – il cittadino residente nei comuni della provincia deve recarsi presso uno degli installatori aderenti all’iniziativa (a Pesaro, Fano e Fermignano), per la trasformazione del veicolo e l’officina, dopo aver verificato che veicolo ed intestatario della Carta di circolazione siano in possesso dei requisiti necessari.

Poi prenotare via internet il contributo tramite la procedura messa a disposizione sul sito www.ecogas.it . “

Il cittadino fruisce dell’incentivo tramite uno sconto riportato direttamente in fattura e il Comune capofila provvederà ad effettuare i rimborsi alle autofficine degli ecoincentivi erogati.

Attualmente è stato impiegato circa il 50% del fondo destinato ai cittadini e circa il 6% del fondo destinato ai veicoli commerciali. Attenzione però le prenotazioni vanno effettuate il prima possibile sul sito www.ecogas.it fino ad esaurimento fondi.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>