I Musei pesaresi tengono: i dati dei visitatori del 2016

di 

4 febbraio 2017

Casa Rossini

Casa Rossini

PESARO – L’anno nuovo è iniziato da poco e la cultura analizza i suoi numeri con i dati di affluenza dei luoghi che raccontano arte e storia del territorio.

E’ tutto positivo il risultato di Casa Rossini – nel suo nuovo assetto smart che piace moltissimo – che nel 2016 cresce: 11.260 visitatori (+ 20,1% rispetto al 2015 con 9.372 visitatori).

La flessione della fruizione di musei e monumenti che ha toccato l’intera regione negli ultimi mesi non ha lasciato fuori Pesaro; è importante sottolineare che pur avendo colpito un periodo (autunno/Natale) strategico per il circuito culturale cittadino, il calo è stato decisamente contenuto.

E infatti il totale 2016 del circuito “Pesaro Musei” – cioè la somma dei visitatori delle strutture gestite da Sistema Museo (Musei Civici di Palazzo Mosca, Casa Rossini, aree archeologiche di via dell’Abbondanza e Colombarone, Centro Arti Visive Pescheria, scalone vanvitelliano, sinagoga, Officine Benelli), conferma praticamente i numeri del 2015: 31.119 visitatori contro i 31.269 del 2015, con una diminuzione davvero minima (0,5%). Una conferma, se ce ne fosse bisogno, che l’offerta culturale di Pesaro è un motore di attrazione efficace per la nostra città.

Parlando di luoghi che contribuiscono alla bellezza del nostro territorio, non può mancare Villa Imperiale – gioiello sul San Bartolo che unisce natura e cultura – che vanta numeri decisamente belli: nel 2016 (giugno-settembre) si son contati 1.559 visitatori con un incremento del 18% rispetto al 2015 (1.331 visitatori).

Le strutture singole

CASA ROSSINI
2016: 11.260    2015: 9.372

MUSEI CIVICI
2016: 11.084      2015: 13.601

AREA ARCHEOLOGICA DI VIA DELL’ABBONDANZA
2016: 3.854     2015: 3.900

CENTRO ARTI VISIVE PESCHERIA
2016: 2.249    2015: 2.538

SINAGOGA
2016: 2.045     2015: 1.858

VILLA  IMPERIALE
2016 (giugno-settembre): 1.559     2015: 1.331

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>