Volley, Bertini dopo il successo della myCicero su Caserta: “Abbiamo iniziato molli, senza la giusta cattiveria, ma mercoledì in Coppa vedrete le qualità delle ragazze”

di 

5 febbraio 2017

Un time-out di Bertini durante la partita con Caserta (Foto Eleonora Ioele)

Un time-out di Bertini durante la partita con Caserta (Foto Eleonora Ioele)

PESARO – Come cambia una stagione in una settimana. Il Fenera Chieri, che domenica 29 gennaio aveva perso in casa con la myCicero, nella quarta giornata di ritorno ha espugnato il PalaBorsani, campo di gioco della Sab Grima Legnano. Lo ha fatto grazie a Kiesha Leggs (15 punti con 12/18 e 3 muri) e soprattutto Elena Nenkovska, ben controllata dalle pesaresi in tutti i 4 incontri disputati tra campionato e Coppa Italia, ma capace di mettere a terra 24 dei 57 attacchi, più 1 ace e 2 muri, contro le ragazze di Andrea Pistola.

In virtù di questo risultato, la myCicero sale a più 9 sulla terza in classifica, che da stasera deve guardarsi alle spalle perché la Delta Informatica Trentino è a un solo punto.

Dunque, una domenica molto positiva per la squadra di Matteo Bertini, che a fine gara, al contrario di domenica scorsa a Chieri, quando si è complimentato con le sue ragazze, ha sottolineato gli aspetti negativi di una vittoria peraltro preziosa.

“Siamo partite molli, soprattutto nell’atteggiamento, nell’intensità, nell’energia. Sono aspetti – decisivi nella vittoria a Chieri – sui cui stiamo lavorando, ma oggi sono mancati. Non siamo scese in campo con la giusta cattiveria e nel primo set abbiamo faticato tantissimo. Non bene neppure nella precisione, che è un altro tema su cui si lavora tanto. Siamo state approssimative in qualche situazione, concedendo troppo alle loro attaccanti; soprattutto per disattenzione. Sapevo che ci attendeva la classica buccia di banana perché venivamo da ottime prestazioni e la partita con Caserta poteva sembrare facile, ma non lo era. Caserta ha evidenziato un cambio di mentalità. Come avete visto, loro sono state aggressive dal primo all’ultimo pallone, creandoci parecchi problemi. Dobbiamo ritrovare subito il nostro spirito, la nostra mentalità, anche perché avanti a noi abbiamo due settimane di fuoco”.

Ghilardi: “Non si può essere sempre belle, è importante essere vincenti”

Quando le faccio i complimenti per giocate difensive che hanno portato le compagne a realizzare punti importanti, Alice Ghilardi, altra protagonista della conferenza stampa di fine partita, glissa. Per lei conta solo la squadra.

“Non mi piace parlare di quello che faccio io. Preferisco sottolineare ciò che non mi è piaciuto. Prima di tutto non mi è piaciuto come siamo partite: troppo scariche, come ha detto Matteo. Faccio i complimenti a Caserta, che è venuta qui senza paura, servendo molto bene. Lo sapevamo, ma abbiamo sofferto il loro servizio. Però si è vinto, ed è quello che conta. Non si può essere sempre belle. L’importante è essere vincenti”.

Alla conferenza stampa hanno preso parte, per Caserta, il vice allenatore Francesco Russo e Beatrice Agrifoglio. Russo ha parlato di Naya Crittenden, nuovo arrivo in casa VolAlto.

“Abbiamo avuto questa opportunità dopo avere visto i video della ragazza, che ci è sembrata la più interessante – ha raccontato Russo – Adesso speriamo possa darci una mano a conquistare la salvezza”.

Non poteva mancare la domanda a Matteo Bertini sulla Coppa Italia, sulla partita di mercoledì sera a Legnano.

“Dobbiamo entrare in partita più cattive. Ritengo che l’aspetto mentale sia il più importante. Ci rivedremo in palestra martedì mattina per un allenamento prima di partire. Andremo a Legnano per giocarci un obiettivo importante qual è la qualificazione alla finale di Coppa Italia. Affronteremo una squadra forte che ci ha messo in grande difficoltà nella gara di campionato (vinta a Pesaro dalla Sab Grima; ndr). Sarà una partita da giocare anche divertendoci. Che poi è quello che ci è mancato con Caserta. Non c’è stato divertimento, anzi, ci siamo flagellate. Non va bene. Se ci sono aspettative sulla nostra stagione, le abbiamo anche noi. Una delle aspettative è giocare bene, migliorandoci giorno dopo giorno. Non ho dubbi: possiamo tornare a essere quelle che eravamo e le qualità delle mie ragazze si vedranno mercoledì”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>