Scomparsa Brancati, il cordoglio di Ricci e Vimini

di 

11 febbraio 2017

Matteo Ricci e Daniele Vimini in piazza MoscaPESARO – Cordoglio del sindaco Matteo Ricci e del vicesindaco Daniele Vimini per la scomparsa di Antonio Brancati, emerito studioso pesarese, docente universitario, per 35 anni alla guida della Biblioteca e dei Musei Oliveriani.

“Perdiamo un autentico protagonista della cultura pesarese – scrivono – assoluto punto di riferimento universalmente stimato e apprezzato. Una figura che ha contributo in modo decisivo al rinascimento degli studi storici nella città del secondo dopoguerra, caratterizzata da profondo spirito critico. L’onestà intellettuale ha contraddistinto la sua indagine storica, come pure il suo rigoroso lavoro ai Musei Oliveriani: una ricerca sempre attenta e scrupolosa, in grado di sintetizzare la complessità, cogliendo l’essenza del sapere. Con le sue pubblicazioni e i suoi noti testi scolastici ha indicato la strada della conoscenza alle nuove generazioni. Una dimensione educativa e formativa impossibile da dimenticare. La città gli è grata per la sua opera. Siamo vicini ai familiari in questo momento di dolore”.

Un commento to “Scomparsa Brancati, il cordoglio di Ricci e Vimini”

  1. Enzo Frulla scrive:

    Studiai storia sui suoi libri. Nei primi anni novanta venne nel mio ufficio per risolvere alcuni problemi che aveva con il servizio di nettezza urbana che dirigevo. Mi chiese del lavoro che facevo, piccoli particolari che lo entusiasmavano e si complimentò per quanto facessimo in azienda. La mia considerazione fu che è proprio vero: più una persona è colta e sa cose e più è modesta, umile, rispettosa degli altri, educata. Fu un bellissimo incontro che ricordo con piacere e commozione. Un caro saluto gentilissimo Professore.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>