Volley A2: dopo il ko in Coppa, Trento vuole ripartire, la myCicero intende proseguire il fantastico 2017

di 

11 febbraio 2017

Un attacco di Eleni KIosi, migliore realizzatrice della gara d'andata vinta dalle pesaresi per 3-0. Niente da fare per Fondriest

Un attacco di Eleni KIosi, migliore realizzatrice della gara d’andata vinta dalle pesaresi per 3-0. Niente da fare per Fondriest

PESARO – Dalla Coppa Italia al campionato, sempre in viaggio. La myCicero Volley Pesaro, che stamattina s’allena al PalaSnoopy, alle ore 15,3o parte alla volta di Trento, dove l’attende la Delta Informatica Trentino reduce da un doppio choc: il primo, quello più importante e doloroso, l’infortunio patito da Francesca Michieletto, che, come abbiamo scritto già, ha concluso anzitempo la stagione, cadendo sul piede di un’avversaria nella gara d’andata della semifinale di Coppa Italia; il secondo, appunto, lo 0-3 rimediato contro la Lardini Filottrano.

“Desideriamo riprendere il nostro cammino interrotto con la sconfitta di mercoledì – ha detto Ivan Iosi, tecnico della Delta Informatica Trentino, all’ufficio stampa della sua società –. Purtroppo lo choc emotivo per l’infortunio occorso a Francesca è stato notevole e per le ragazze non è stato semplice mantenere la freddezza e la lucidità che sarebbero invece servite in una gara così complicata: ciò non toglie alcun merito ovviamente a Filottrano che mi ha destato una grandissima impressione dimostrandosi a tratti una squadra di un’altra categoria. Il calendario ci propone immediatamente un altro cliente di assoluto valore come Pesaro, squadra che è in serie positiva da molte giornate e che dovremo affrontare con piglio e attenzione ben diversi rispetto a quelli mostrati con la Lardini. Purtroppo l’infortunio di Michieletto ci priva di una giocatrice importante che nelle ultime settimane si era ritagliata un ruolo di primo piano all’interno del nostro sistema di gioco”.

Se Trento desidera riprendere il cammino, la myCicero intende proseguire l’eccellente inizio di nuovo anno, inaugurato a Olbia e proseguito a Cisterna, con Palmi in casa, a Chieri, ancora con Caserta in casa, con l’aggiunta dei tre successi in Coppa Italia (due con Chieri, uno a Castellanza, campo di gioco della Sab Grima Legnano), per un totale di 8 successi consecutivi. Insomma, domenica a Trento le ragazze di Matteo Bertini proveranno a suonare la… nona sinfonia consecutiva.

“E’ un periodo davvero molto difficile – commenta Matteo Bertini – per i viaggi, ma soprattutto per la qualità delle avversarie che affrontiamo. Archiviata la gara di campionato con Trento e l’andata di Coppa Italia, ci attendono le due trasferte a Trento e Brescia, inframmezzate dal ritorno con Legnano. Ho detto alla ragazze che, viaggiando tanto e allenandoci poco, si deve riposare al meglio per recuperare ogni energia possibile, sia mentale sia fisica, e prepararsi nel modo migliore, per quanto sarà possibile, alle gare che ci attendono”.

Vi attende Trento, che era – con voi, Filottrano e Caserta – una delle quattro squadre su cui gli esperti puntavano prima del via al campionato. Malgrado gli infortuni che hanno segnato la sua stagione, Trento sta confermando il pronostico ed è quarta, staccata di 2 punti da Legnano. Infortuni a parte, Trento vi aspetterà arrabbiata per la secca sconfitta con Filottrano.
“Nessun dubbio, anche perché è una squadra forte che, purtroppo, ha dovuto fare i conti con tanti infortuni. Ora hanno recuperato Rebora, anche se ho letto che non ha ritrovato ancora il ritmo. E così Aricò. Vivono una situazione particolare, ma in queste situazioni non importa chi gioca, titolare o meno, ma si riesce sempre offrire buone prestazioni. Mi attendo una sfida complicata, anche perché in un momento particolare sia per noi sia per loro. I turni infrasettimanali di Coppa Italia prosciugano le energie, oggi al lumicino, appiattendo il livello. Siamo tornati da Castellanza alle 5 del mattino di giovedì, ci accingiamo a ripartire dopo meno di 60 ore e i viaggi si sentono”.

Però, come già nel grazioso PalaBorsani di Castellanza, giocherete nel bellissimo Sanbàpolis trentino, che secondo molti è il palasport numero 1 della serie A2.
“E’ vero. Giocare al PalaBorsani, veramente bello, è stato un piacere. Un vero gioiello, come il Sanbàpolis. Strutture di alto livello, dove tutto è in ordine e organizzato alla perfezione, che mettono a proprio agio, che danno grande voglia di giocare”. Nella Delta Informatica Trentino gioca la giovane fanese Ludovica Montesi, nipote d’arte, ex Snoopy.

Al momento, niente diretta radio e video

Sarebbe grande, è grande, anche la voglia di vedere la partita, o comunque di ascoltare la cronaca sulle frequenze di Radio Incontro, ma al momento non ci sono certezze sia possibile seguirla, né in video e neppure in audio. Però… visti i precedenti, quando la diretta sembrava certa e all’ultimo momento non era possibile, chissà che questa volta non accada il contrario. Altrimenti non resterà che seguire il punto a punto della Lega Pallavolo. Meglio che niente…

Si gioca la quinta giornata di ritorno che ha un anticipo:

sabato 11 febbraio, ore 18

Omia Cisterna – Golem Software Palmi

domenica 12 febbraio, ore 17

Delta Informatica Trentino – myCicero Pesaro (arbitri Fabio Scarfò di Reggio Calabria e Antonio Licchelli di Reggio Emilia)

Volley Soverato – Entu Olbia

Fenera Chieri – Lardini Filottrano

VolAlto Caserta – Millenium Brescia

Battistelli San Giovanni in Marignano – Sab Grima Legnano

Lpm Bam Mondovì – Lilliput Settimo Torinese

La classifica

Filottrano 49

PESARO 42

Legnano 33

Trento 31

Settimo Torinese 30

Soverato 27

Brescia 25

San Giovanni in M. 24

Chieti 23

Palmi 21

Olbia 18

Mondovì e Caserta (*) 12

Cisterna 9

* 1 punto di penalizzazione

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>