Volley A2, il meglio (ma anche il peggio) della 18^ giornata che esalta le squadre in trasferta: 6 vittorie su 7. E la Lardini è già in A1

di 

13 febbraio 2017

PESARO – Prestazioni di rilievo, nel bene, ma anche nel male, nella giornata che passerà alla storia per le 6 vittorie in trasferta. Solo Trento, superando in rimonta la myCicero, ha salvato il fattore campo, evitando che per la prima volta nella stagione si registrassero 7 successi esterni in altrettante partite. Il record precedente (5) domenica 29 gennaio, 16^ giornata.
La 18^ giornata della stagione regolare, 5^ del girone di ritorno, consegna definitivamente alla Lardini Filottrano il titolo di regina della serie A2. Alla fine del campionato mancano 8 giornate e la Lardini – complice la sconfitta di Pesaro – ha allungato ancora. Adesso il vantaggio sulla seconda in classifica è di 9 punti. Con 24 punti ancora a disposizione, solo un crollo, che, per il valore della squadra e delle singole e per l’eccellente lavoro dell’allenatore, ci appare impossibile, potrebbe togliere alla Lardini una meritatissima promozione diretta in serie A1.
Dunque, da domenica prossima si giocherà solo per i playoff e per non retrocedere, e magari per essere la squadra capace di fermare la marcia della capolista, che appare inarrestabile. Per quanto riguarda la lotta per la salvezza, Olbia ha fatto un grande passo avanti per allontanarsi definitivamente dalla zona rossa, mentre – a sorpresa – è caduta in casa la Lpm Bam Mondovì, reduce dalla bella prestazione a Filottrano, e soprattutto ha perso ancora Caserta, la cui crisi è infinita, malgrado abbia fatto esordire la statunitense Crittenden (11/25 e 44% offensivo) e recuperato Giulia Pascucci, ovviamente non al meglio; per questo l’abbiamo esclusa – malgrado i numeri (1/14 ed efficacia offensiva al lumicino, 7%) – dalla “candidatura” a Miss Flop.
Eccoci, dunque, al meglio (ma anche al peggio) della 18^ giornata:

Miss Scorer, migliore realizzatrice

ElisaZanette

Elisa Zanette (Golem Software Palmi): 29 punti per riportare il sorriso in casa calabrese, dove nel girone di ritorno era entrato 1 solo punto.

Miss Ace, migliore servizio

Gloria Baldi

Gloria Baldi (Millenium Brescia): 7 battute vincenti in 3 set eguagliano il record di Eleni Kiosi stabilito nella settima giornata (Lpm Bam Mondovì – myCicero Pesaro 0-3). E Caserta ha dovuto alzare bandiera bianca davanti agli ace della schiacciatrice bresciana.

Miss Wall, migliore muro

IvanaBulajic

TizianaVeglia

Ivana Bulajic (Omia Cisterna) e Tiziana Veglia (Golem Software Palmi): 7… il numero mancato alla voce successi esterni trova spazio, oltre che nelle battute, anche nei muri. Curioso che sia il prodotto uguale di due centrali che disputano la stessa partita. Un premio per entrambe, soprattutto per Tiziana, finalmente protagonista dopo il periodo buio dell’infortunio.

Miss Spiker, migliore attaccante

AsiaCogliandro

Asia Cogliandro (Lardini Filottrano): le statistiche ufficiali – che poi sono quelle curate dalla squadra che gioca in casa – raccontano che la centrale di Filottrano ha chiuso con 18/26 e 69% offensivo, totalizzando 24 punti, mentre quelle della sua squadra le assegnano il 72% e 2 punti in più. Resta che la 21enne lombarda è semplicemente devastante (per le squadre avversarie). E la sua ennesima straordinaria prestazione evita che il Fenera Chieri sia la prima squadra a superare la Lardini.

Miss Setter, migliore palleggiatrice

GiuliaCarraro

Giulia Carraro (Entu Olbia): dopo un periodo difficile le ragazze di coach Galli hanno conquistato due vittorie preziosissime, offrendo un bel gioco e coinvolgendo tutte le attaccanti. Merito di Giulia e delle compagne, un riconoscimento alla squadra.

Miss Bagher, migliore ricezione

SaraParis

Sara Paris (Sab Grima Legnano): Sara chiude con 18 ricezioni, zero errori, 89% positiva, ma anche 56% di perfetta. Una rampa fantastica per le alzate dell’altra Sara, la bravissima De Lellis, che scatenano le attaccanti lombarde, in primis la solita Camilla Mingardi.

Miss Flop, la delusione della giornata

ErbliraBici

Erblira Bici (Lpm Bam Mondovì): nella serata difficile di alcune opposte, colpisce il suo 4/29. Non avendo visto la partita, non sappiano se nel 14% offensivo della giovane albanese c’è anche tanto lavoro del muro-difesa Lilliput. E’ ovvio, però, che, senza i punti di Bici, Mondovì fatichi a… pedalare. Con Erblira Bici è Flop anche il… fattore campo. Mai così tante vittorie per le squadre in viaggio.

Miss Volley, la migliore giocatrice della giornata

SofiaRebora

Sofia Rebora (Delta Informatica Trentino): reduce da un infortunio, le sue condizioni non possono essere al meglio, ma lei ci mette tanto cuore, tanta anima per spingere la sua squadra al grande successo su Pesaro, a una vittoria che dopo il primo set sembrava impossibile. Sofia, che non aveva attaccato e neppure murato, limitandosi a 4 battute, cresce nei successivi set, chiudendo con 7/12 e 5 muri.

Mister Coach, migliore allenatore

MassimoBellano

Massimo Bellano (Lardini Filottrano): non è ancora il momento dei bilanci e conoscendo la scaramanzia che accompagna la quotidianità di molti sportivi, l’allenatore abruzzese è legittimato a fare gli scongiuri, ma il premio di oggi è il riconoscimento a tutta la stagione, a una squadra “incapace” di perdere anche quando le cose non sembrano girare al meglio.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>