Bocciato il distaccamento del Cecchi a Fano, Minardi: “L’Ufficio Scolastico riconsideri la sua decisione”

di 

14 febbraio 2017

FANO – “L’Ufficio scolastico regionale riveda la sua decisione”: il Vice Presidente del Consiglio regionale Renato Claudio Minardi disapprova con forza la bocciatura tecnica della sede distaccata dell’Istituto Tecnico-Professionale Agrario Cecchi a Fano da parte dell’Ufficio Scolastico regionale. “Una decisione che penalizza fortemente Fano e l’intero territorio”.

Il dissenso arriva dopo che la Giunta regionale ha dato il via libera con la delibera del 26 gennaio scorso alla sede distaccata del Cecchi nella Città della Fortuna.

Renato Claudio Minardi

Renato Claudio Minardi

“Il Cecchi – conferma il vicepresidente Minardi – è l’unico Istituto Agrario della provincia fortemente attrattivo anche fuori regione con un numero di studenti superiore rispetto alla capacità della struttura edilizia. La sede distaccata a Fano amplia e migliora l’offerta formativa, rispondendo adeguatamente ai bisogni degli studenti del territorio ed in particolare di quelli residenti nelle valli del Cesano e del Metauro. C’è, soprattutto, la volontà chiara e netta da parte della Giunta e del Consiglio regionale delle Marche, dei Comuni e della Provincia di Pesaro e Urbino, delle istituzioni scolastiche e delle organizzazioni sindacali”.

Il giudizio sfavorevole dell’Ufficio Scolastico regionale si basa solo su una circolare del direttore generale del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca che porta la data del 5 dicembre scorso.

“Una circolare che non è perentoria – ribadisce e conclude Minardi – ma lascia ampi spazi di interpretazione e, inoltre, emanata dal MIUR quando l’iter per il dimensionamento scolastico era ormai concluso. Non ci si nasconda dietro la burocrazia. Lo stop alla sede distaccata del Cecchi a Fano sarebbe inaccettabile”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>