Ricci corre sulla nuova piazza di Candelara: «Riconoscimento al grande lavoro del borgo»

di 

17 febbraio 2017

PESARO – “Stiamo correndo per il progetto della piazza di Candelara, in accordo con il quartiere. Intervento inserito nel piano delle opere 2017, con investimento di 500mila euro”. Matteo Ricci lo ha confermato ai residenti: “E’ un riconoscimento al lavoro fatto dalla comunità per tutto il territorio. Anche in termini di spinta turistica: parliamo di uno dei borghi più belli, che merita una valorizzazione del genere”.

La seconda tappa del tour del sindaco nei quartieri (Colline e Castelli) è scattata di prima mattina dal panificio dell’Arzilla: “Con lo sblocco del patto di stabilità  solo qui abbiamo fatto 340mila euro di asfalti. Tra poco metteremo le mani anche all’illuminazione pubblica. Ma continuiamo il confronto per individuare le altre priorità”, ha spiegato il sindaco, entrando dentro tabaccherie, farmacie, ristoranti, alimentari, uffici postali. Accompagnato dal presidente del quartiere Nicholas Blasi, dagli assessori Belloni, Bartolucci, Delle Noci, Ceccarelli e dai consiglieri comunali Cecchini e Montesi, ha poi virato sulle scuole comunali. Primaria Arca delle Colline: “Parte della copertura risistemata. Interverremo nella chiusura estiva dell’istituto per risolvere il problema delle infiltrazioni”. Asilo Cappuccetto Rosso: “Finanziato il giardino: si farà appena concluso l’iter amministrativo legato alla lottizzazione”. Scuola d’infanzia Mille Luci: “A breve sistemeremo il problema di lieve entità sulle infiltrazioni. Sul trasporto pubblico valutiamo una diversa organizzazione nel collegamento, analizzando i numeri, per ampliare in futuro il bacino di utenza della scuola”.

IL FERMENTO

Nel programma di giornata, grande spazio all’associazionismo: “Nel quartiere c’è un’attività incredibile, che tiene unita la comunità sul lato sociale. Un servizio fondamentale, da sostenere: importante andare avanti”. Concetto ribadito dal sindaco ai referenti di centro d’aggregazione Dirinvagò, A.Tre.Con onlus, contrade Arzilla e Candelara, Pro Loco, Anfora e Stele, scout, Acli Candelara e Novilara. Ai residenti di Cerreto: “Inseriremo l’illuminazione della strada nel piano generale avviato con Marche Multiservizi”. Con il parroco Giampiero Cernuschi, Ricci ha verificato la situazione della chiesa di Candelara, dopo gli ultimi eventi sismici. Poi ha visitato il Museo di Arte Tessile con la referente Lucilla Leonardi: “Una struttura che racconta una grande storia e fa registrare migliaia di visitatori, in concomitanza con Candele a Candelara. Un luogo da valorizzare”. Sosta pranzo alla Prima Hangar: “Un nodo vitale della rete che stiamo costruendo sulla terra dei motori e piloti, per rafforzare l’accoglienza”. Con Alessandro Tomassini, vicepresidente Apa, il sindaco ha fatto il punto su promozione turistica post-sima e bike hotel. A Galantara il saluto agli ospiti della residenza sanitaria; la visita alla nuova ala del Centro promozione e Salute con la coordinatrice Clizia Pugliè e il responsabile Riccardo Cecchini; la ricognizione dei locali del Museo alle Stufe dedicato ai manufatti recuperati dall’ex San Benedetto. Chiusura con l’abbraccio ai ragazzi della Polisportiva Arzilla: “Dopo il nuovo campo da calcio, abbiamo sistemato il parcheggio funzionale al centro sportivo. Che è una delle più belle realtà cittadine: la collaborazione continuerà”, ha rimarcato davanti al presidente Gianni Manieri e al responsabile del settore giovanile Stefano Renzi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>