Inarrestabile Italservice: anche l’Olimpus Roma si arrende alla capolista (8-3)

di 

18 febbraio 2017

Una fase di Italservice PesaroFano-Olimpus Roma

Una fase di Italservice PesaroFano-Olimpus Roma

ITALSERVICE PESAROFANO – OLIMPUS ROMA 8-3 (3-1 p.t.)
ITALSERVICE PESAROFANO: Weber, Tonidandel, Burato, Hector, Stringari, Gennari, Halimi, Tres, Egea, Cuomo, Mercolini, Lamedica, Vagnini. All. Cafù.
OLIMPUS ROMA: L. Del Ferraro, F. Di Eugenio, Marchetti, Osni Garcia, L. Pizzoli, Bardoscia, A. Pizzoli, Bacaro, Milani, Atzori, A. Di Eugenio. All. Ranieri.
MARCATORI: 2’13” p.t. F. Di Eugenio (O), 6’40” Halimi (P), 9’13” Tres (P), 14’37” Lamedica (P), 3’45” s.t. Tonidandel (P), 10′ Bacaro (O), 15′ t.l. Milani (O), 17’58” Hector (P), 17’41” Hector (P), 18’07” Hector (P), 18’37” Halimi (P).
Ammoniti: Osni Garcia (O), Burato (P), Atzori (O).
Arbitri: Natale Mazzone (Imola), Paolo Gandolfi (Parma). Crono: Gino Simonazzi (Reggio Emilia).

PESARO – Altra vittoria per l’Italservice che davanti al suo numeroso pubblico batte con il punteggio di 8-3 l’Olimpus Roma.

Un successo che carpisce nel giorno delle cento presenze in maglia PesaroFano del capitano Felipe Tonidandel, premiato ad inizio match dal presidente Lorenzo Pizza e dal direttore generale Alberto Pieri.

Dopo poco più di 3′ di gioco, gli ospiti con Federico Di Eugenio vanno subito in gol. Il pareggio però non tarda ad arrivare con Halimi al 13′. Da quel momento in poi i locali, supportati da un meraviglioso pubblico, cominciano a carburare e all’11’ è Tres a perforare la porta avversaria. E’ il sorpasso. I laziali si attrezzano mettendo in campo il portiere volante. Ma la musica non cambia. E’ sempre la formazione di mister Cafù a dettare il passo. Al 5′ a segnare ci pensa Lamedica. Il risultato di 3-1 chiude il primo tempo.

Durante l’intervallo vengono premiate due società del territorio: il Baseball Pesaro con il suo presidente Cristiano Crinelli e la Montesi Volley.

Il secondo tempo si apre con una magia del numero 5 del PesaroFano, Tonidandel, al 16′. L’Olimpus comincia a innervosirsi e l’arbitro alza il cartellino giallo per De Almeda. Ma proprio nella fase più complicata del match, Roma alza la cresta e con Bagaro (all’11’) accorcia le distanze (4-2). Adesso è PesaroFano che sente il fiato addosso degli ospiti. E fa bene a preoccuparsi, perchè a 5′ dal termine dell’incontro i romani si svegliano, approfittando anche di un calo di concentrazione dei padroni di casa. E’ una trasformazione di Milani su tiro libero che riapre i giochi (4-3). L’Italservice, senza Egea infortunato, nel momento più complicato della gara, però si compatta e reagisce con il capocannoniere Hector che va in gol per ben tre volte di fila: al 3′, al 2′ e a un minuto dal fischio finale. Una splendida tripletta che porta a 24 i gol dell’attaccante spagnolo in questa stagione. A chiudere la pioggia di reti ci pensa Halimi negli ultimi secondi di gioco.

La partita quindi termina 8-3. L’Italservice consolida la vetta, difendendosi bene da Milano vincente su Ciampino, mentre in terza posizione Arzignano perde con Prato che l’aggancia in classifica. Martedì si gioca il turno infrasettimanale, il team marchigiano è di scena a Orte. Sabato prossimo si torna di nuovo al PalaCampanara, l’ospite di turno è Grosseto.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>