Volley A2, myCicero a Brescia mentre esplode il caso Tifanny Abreu, già Rodrigo, che giocherà a Palmi

di 

18 febbraio 2017

Tifanny Abreu (dalla sua pagina Facebook)

Tifanny Abreu (dalla sua pagina Facebook)

PESARO – Una volta tanto iniziamo dalla fine, perché dovessi incominciare dall’inizio sarei in difficoltà visto che la notizia del giorno – anticipata da pu24.it – è di quelle che creano non solo discussioni, ma lasciano attriti, rancore, astio. Ne scriverò alla fine, se sarò in grado di trovare le parole adatte, senza ferire alcuno, ma senza nascondermi.

Diretta streaming della sfida tra lombarde e pesaresi

Parto dalla fine, anticipando agli appassionati che non andranno a Brescia con il minibus organizzato dai Balusch, i tifosi del Volley Pesaro, che la diretta della partita tra Millenium e myCicero si potrà seguire, come già da Legnano per la Coppa Italia, nella pagina Facebook di Obiettivo Volley, che a fine gara trasmetterà anche le interviste con le protagoniste. Diretta audio e video anche collegandosi alla pagina web e alle frequenze di Radio Incontro.

Nella gara d’andata, giocata il 20 novembre, Pesaro s’impose 3-1, ma per la seconda volta nella stagione perse un set. La Millenium, pure scesa in campo priva di Natalia Vigano, la giocatrice più esperta, fece una bella figura. Insomma, un’avversaria che può creare problemi alle ragazze di Matteo Bertini.

“Assolutamente – conferma il coach marottese -, soprattutto adesso che hanno a disposizione Viganò. Dopo la sconfitta a Pesaro ebbero un piccolo calo, dovuto anche agli infortuni, ma adesso Brescia sta giocando bene”.

Cosa fare per metterla in difficoltà?
“Dobbiamo metterla sotto pressione, impedendole di giocare la sua pallavolo”.

Finalmente sta per finire il periodo difficile fatto di viaggi, partite e pochi allenamenti.
“La prossima settimana inizierà un periodo più normale, perché giocheremo una volta alla settimana e potremo programmare più serenamente il nostro lavoro; quindi ci alleneremo meglio. Non vediamo l’ora, ma intanto dobbiamo finire bene il lungo periodo fatto di tanti impegni. Prima pensiamo alla partita di Brescia, che è molto importante perché la sconfitta patita a Trento ha fatto avvicinare Legnano, ora a 6 punti. A Brescia dobbiamo giocare una buona partita, ma soprattutto conquistare i 3 punti”.

L’ex di turno è Laura Saccomani, non a caso intervistata dal sito web della propria squadra. Laura ha dichiarato che Pesaro è forte, ma non imbattibile. Noi vi proponiamo il suo pensiero rilasciato a pu24.it.

“Pesaro è un’avversaria ostica, come abbiamo potuto testare nel girone d’andata. Eravamo riuscite a metterle in difficoltà, ma senza ottenere risultati. Credo che giocare in casa ci farà osare di più. Sicuramente l’ago della bilancia dipende molto da come entriamo in campo noi, dalla nostra determinazione. I risultati ottenuti sono frutto di tutto questo. Non abbiamo aspettative, ci appoggiamo al nostro impegno, alla nostra dedizione, coscienti che solo così si ottiene una vittoria”.

Ed eccoci a quello che, visto il tema, dovrebbe essere l’apertura dell’articolo. La notizia, anticipata a livello nazionale da pu24.it, riguarda Tifanny Abreu, che si chiamava Rodrigo Pereira de Abreu, ma ha cambiato sesso e giocherà a Palmi, nella Golem Software che domani ospiterà la Delta Informatica Trentino.

Lo anticipa Tifanny, che come Rodrigo aveva girato mezzo mondo ed era approdato nel campionato maschile olandese. Ed è al suo ex coach, al suo ex general manager Stijn Van Kerckove e alla sua ex società che si è rivolta Tifanny con un post pubblicato ieri pomeriggio: “I want to say thank to everybody who support me to my new challenge special to my ex club #jtvdero special to my coach Hugo Cautaerts the club manager Stijn Van Kerckhove and all players and directories…”

“Voglio dire grazie a ognuno di voi che ha sostenuto la mia nuova sfida davvero speciale”.

Le ha risposto Hugo Cautaerts: “Grazie Tifanny. E’ stato un piacere per me averti nella mia squadra. Ti auguro tanti successi in Palmi e nel campionato femminile. Che sfida! Ma io sono sicuro che tu raggiungerai il livello più alto”.

Dunque, chi ieri era Rodrigo e oggi è Tifanny giocherà nella serie A2 italiana. Purtroppo, ancora una volta, si arriva in ritardo ad affrontare i problemi. L’occasione per capire meglio la questione, che da qualsiasi parte la si giri non è facile da risolvere. Se Tifanny ha conservato una parte della forza che aveva Rodrigo, può diventare devastante. E’ giusto? La legislazione non lascerebbe dubbi, perché se – come ci risulta – Palmi l’ha tesserata è evidente che i documenti esibiti da Tifanny (che abita ad Anversa) forniti dalle autorità del Belgio sono in regola. A maggiore ragione dopo che le Olimpiadi di Rio 2016 hanno aperto le porte ai transessuali, sia maschi che femmine. In questo contesto, Luca Secchi, allenatore della Lpm Bam Mondovì ha pubblicato ieri sera, nella sua pagina Facebook, un post che ha trovato molti consensi di allenatori e giocatrici, compresi quelli di Barbara Rossi e Giancarlo Sorbini, co-presidenti del Volley Pesaro: “Oggi la pallavolo tocca il suo fondo. Servono altre regole e altre importanti tutele. Amen”, ha scritto Secchi.

Giancarlo Sorbini ha commentato così: “Sicuramente da trattare e approfondire, visto che si fa persino difficoltà a trovare le parole per spiegarlo. Le società devono fare il loro, ma anche le atlete e i dirigenti”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>