Il progetto Rossini Gourmet chiude la Settimana Rossiniana nel giorno del “non compleanno” del Cigno

di 

24 febbraio 2017

rossini gourmetPESARO – Martedì 28 febbraio, alle 17.30, a Palazzo Mazzolari Mosca (ingresso libero), si presenta il progetto ‘Rossini Gourmet’, un progetto che è un’idea, un brand e un’esperienza di alta qualità ma è anche uno spazio fisico – una vera e propria area hospitality – all’ultimo piano di Casa Rossini; in questo nuovo ambiente, si potrà offrire ai visitatori una nuova modalità di fruizione del ‘patrimonio’ del compositore di cui si vuole mettere in luce la leggendaria cultura enogastronomica. Sarà l’occasione ufficiale per illustrare il regolamento da cui il progetto muove i primi passi, messo a punto perché diventi una traccia solida sia per chi lavora nella ristorazione che per i produttori del settore agroalimentari e gli artigiani. D’ora in avanti chi opera nel food, può contare su una serie di linee guida precise cui attenersi quando si parla di Rossini e di cibo.

Nell’incontro, Tommaso Luchetti racconterà la storia della mitica fama di Rossini gourmet, fama che esiste da sempre, con il Maestro in vita e poi dopo la sua morte nutrita da tanti aneddoti. Le cronache dei contemporanei e le sue lettere testimoniano gli approvvigionamenti di tipicità alimentari d’eccellenza ma anche la cura meticolosa nel redigere menù. Dietro questa passione non si nasconde solo la concessione alla gola ma c’è l’atmosfera culturale che Rossini respirava a partire dai caffè, luoghi di dibattito vivace per artisti, musicisti, direttori di teatri e impresari. Gastronomia e convivialità erano considerate esperienze intellettuali ed estetiche, e così l’élite parigina che frequentava la mensa e il salotto di casa Rossini ne discuteva con competenza e raffinatezza. Le stesse opere del Maestro hanno ispirato pietanze e, spesso, raccontano vicende e conversazioni che citano le gioie della tavola imbandita. Ecco perché, a volte anche impropriamente, molti hanno utilizzato la dizione “alla Rossini” come garanzia totale di squisitezza.

Alle 19, ‘Rossini Gourmet’ apre al pubblico con degustazioni audioguidate ogni 20 minuti fino alle 21, cui è possibile partecipare solo su prenotazione telefonica fino a esaurimento dei posti disponibili (0721 387357, ingresso gratuito). L’esperienza che si propone è una ‘degustazione teatralizzata’ tra gusto, udito e olfatto. Sfruttando l’infinito repertorio del Cigno e i documenti raccolti nel volume Rossini, raffinato gourmet curato da Giuseppe Giovanetti, si abbinano alimenti e partiture di Rossini in un racconto guidato che combina la sue opere, la sua biografia, il suo territorio e le composizioni gastronomiche del suo gusto. Ogni visitatore potrà sedersi a tavola e assaporare una raffinata monodose di “prodotti rossiniani” in un packaging rigorosamente biodegradabile, mentre ascolta musica e narrazioni tramite cuffie wireless (per la durata di circa 12 minuti). La degustazione può essere individuale o per gruppi, in ogni caso fortemente conviviale per valorizzare etica e condivisione ecologica del cibo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>