“Old Time Show”, a Forlì (4 e 5 marzo) il salone auto moto d’epoca

di 

2 marzo 2017

Old Time ShowFORLI’ – Tutto pronto per la 14esima edizione di “OLD TIME SHOW”, il salone di Auto e Moto d’Epoca, ormai una kermesse del settore che negli anni è diventata un appuntamento irrinunciabile per migliaia di appassionati. Organizzata in collaborazione con ASI (Auto Moto Club Storico Italiano), con il CRAME (Club Romagnolo Auto-Moto d’Epoca) e con il Club il Velocifero di Rimini, Old Time Show si distingue per le tematiche che ogni anno propone.

Per l’edizione 2017 il tema è “Auto  6 cilindri e Moto 4 cilindri nella storia”, i visitatori potranno ammirare oltre settanta fra auto e moto uniche che a partire dal 1924, divise in periodi e tipologie come stradali e competizione, saranno le principali star dell’evento. Gioielli provenienti da Musei e collezioni private, formano un vero e proprio museo per un viaggio nella storia della motorizzazione non solo italiana.

Per il settore auto segnaliamo la Rolls Royce New Phantom 1 del 1927, una robusta (pesa 25 quintali), imponente ed elegante “signora” della strada, la Lancia Aurelia B24, quella del film il “Sorpasso”, un auto cult costruita in soli 761 esemplari, vanto dello stile e classe italiana che fu. Da oltre i confini le leggendarie e uniche B.M.W, 324,327 e 328, sportive di razza prodotte a fine anni ’30, vincitrice nella versione 328 della Mille Miglia del 1940. Passando alle sportive da competizione segnaliamo la Maserati 6CM, che fu pilotata da Luigi Villoresi, un bolide anch’esso vanto del made in Italy, con un palmares di vittorie su tutti i circuiti del mondo.

Per le due ruote saranno presenti a Forlì la Henderson Side 1.300 cc. del 1929, una cilindrata inusuale per quel tempo, altra star la Moto Guzzi compressore la prima pluricindrica e prima moto costruita nel 1931 da Carlo Guzzi. A rappresentare la storia unica del motociclismo che ha reso Pesaro famosa in tutto il mondo e testimonial della “Terra di Piloti e Motori”, le Benelli di Pasolini e Saarinen, quella con cui l’asso finlandese vinse il Circuito di Villa Fastigi. Sempre a rappresentare la storia della nostra città e del “genio” della meccanica Giancarlo Morbidelli, alcuni rari esemplari vittoriosi di Mondiali. Folta anche la rappresentanza giapponese con Honda e Kawasaki in testa. In occasione del 25^ anniversario della scomparsa del “Drake” forlivese Ilario Bandini, l’associazione sportiva meldolese “Racing Team Le Fonti” dedicherà i 200 mq del suo stand, al costruttore che con i suoi piccoli bolidi ha trionfato in tutto il mondo, diventando un beniamino degli americani. Grazie alla collaborazione del Museo Bandini, curato dal nipote, dottor Dino, saranno presenti diversi modelli, alcuni in esemplare unico, che dal 1953 ai primi anni ’90 il poliedrico costruttore forlivese ha progettato nella sua factory alle porte del capoluogo romagnolo. Parallelamente alla mostra ci sarà come sempre la mostra scambio dove gli appassionati e collezionisti, potranno “scovare” i pezzi per completare il restauro dei propri mezzi d’epoca, o acquistare l’auto o moto dei propri sogni. Gli orari sono 8.30-18 per entrambi i giorni dell’evento, il biglietto è di 12 euro, con riduzioni per i ragazzi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>