Volley A2 – myCicero: Federica Mastrodicasa tra la trasferta a Legnano e la finale di Coppa Italia, trofeo che ha vinto 2 volte

di 

2 marzo 2017

Federica Mastrodicasa, capitano della myCicero Volley Pesaro, fotografata da Eleonora Ioele

Federica Mastrodicasa, capitano della myCicero Volley Pesaro, fotografata da Eleonora Ioele

PESARO – Ci sono partite che non sono uguali alle altre, perché una sfida che vale il secondo posto o addirittura la Coppa Italia vale sicuramente di più di una normala gara di stagione regolare. Ci sono partite che le sogni da agosto, dal primo giorno di preparazione. E quando arrivano non vedi l’ora di scendere in campo.

Domenica 5 marzo, alle ore 17, la myCicero Pesaro, seconda in classifica con 48 punti, giocherà sul taraflex del PalaBorsani di Castellanza, casa della Sab Grima Legnano. Una settimana dopo, domenica 12 marzo, alle ore 18 (perché lo spostamento d’orario?), nel PalaBaldinelli di Osimo, finale di Coppa Italia, nel derby delle Marche con la Lardini Filottrano.

Ci aspettano due incontri molto importanti, forse tra i più importanti che giocheremo dall’inizio della stagione – commenta Federica Mastrodicasa, capitano pesarese -. Con Legnano sarà uno scontro tra le seconda e la terza della classifica. Vincendo al PalaBorsani, si andrebbe a più 9 sulle lombarde, mettendo al sicuro il secondo posto. Di recente abbiamo vinto le due partite di semifinale di Coppa Italia proprio con la Sab Grima, ma non ci attende un impegno facile perché entrambe le sfide sono state tirate e loro hanno un potenziale offensivo molto alto. Ovvio che andremo in Lombardia convinte, soprattutto determinate a conquistare il massimo dei punti.

Per quanto riguarda la Coppa Italia, lo racconta già l’evento: è la finale. Cosa aggiungere? Beh, ci sarebbe tanto da dire… Sicuramente un appuntamento particolare, anzi molto particolare perché carico di emozioni. Finora ho giocato due finali e ho un ricordo bellissimo, perché le ho vinte. In verità, ho perso anche una semifinale, giocata in casa, in cui la mia squadra era la grande favorita. Allora si organizzavano le Final four, con semifinali e finale in un fine settimana bellissimo. Quest’anno, purtroppo, c’è solo la finale secca che non è stata inserita nelle finali di A1 (che si disputano sabato e domenica nella splendida cornice del Mandela Forum di Firenze; ndr). Giocheremo a Osimo, casa, anzi fortino della Lardini Filottrano, però non ci spaventa, perché quando sei in finale pensi solo a fare bene, a prescindere dal contorno e dall’avversario. Ovvio che ci attenda un’avversaria fortissima, visto che in stagione ha perso una sola volta, ma il nostro momento è positivo, perché stiamo giocando veramente bene. E la mia esperienza mi dice che quando arrivi a un appuntamento così prestigioso i punti in classifica, il vantaggio o lo svantaggio contano poco, e a decidere è quello che metti sul taraflex. Sono sicura che daremo tutto perché abbiamo tanta voglia di fare bene”.

La myCicero è cresciuta, anche perché attacca di più da centro. Sia lei sia Rossella Olivotto avete percentuali offensive elevate. Contro Mondovì114/25 in 2; a Brescia 13/23. E anche nella sconfitta di Trento avevate prodotto quasi il 50% (18/38). Nella semifinale di Coppa con Legnano, 22/39 all’andata e 13/22 al ritorno.
E’ vero, stiamo attaccando molto bene e sono contenta di questo. Non credo però che sia dalle partite con Legnano. In generare, abbiamo avuto sempre percentuali abbastanza alte, sia io sia Rossella. Semmai abbiamo più continuità”.

Già, la continuità, che è uno degli aspetti, ovviamente non riferiti solo all’attacco con le centrali, che chiedeva Matteo Bertini. A maggiore ragione adesso che si avvicina la fase caldissima e già domenica la partita non è la semplice ottava giornata di ritorno, 21^ della stagione regolare, ma mette in palio 3 punti che potrebbero garantire con 5 gare d’anticipo la conquista del secondo posto e il conseguente vantaggio del fattore campo nei playoff.

Per quanto riguarda la Coppa Italia, la Lega Pallavolo Serie A Femminile ha diffuso un comunicato sulla finale.

Guida all’acquisto dei biglietti per la finale di Coppa Italia

Ribadendo che a nostro parere sarebbe stato bellissimo partecipare all’evento organizzato per la Coppa Italia di serie A1, e ancora oggi non capiamo il perché della scelta di escludere la serie A2 dal fine settimana fiorentino, queste le notizie relative ai biglietti:

E’ possibile prenotare i biglietti compilando il modulo all’indirizzo pallavolofilottrano.it/finale-coppa-italia-a2/ oppure inviando una mail a biglietti@pallavolofilottrano.it indicando: nome, cognome, numero di telefono, numero e tipologie di tagliandi.

I biglietti sono acquistabili direttamente nella sede della Pallavolo Filottrano, in via Leopardi 2/4.

Il costo del tagliando intero è di 7 euro (posto unico per tutti i settori del PalaBaldinelli), il ridotto (under da 6 a 14 anni e over 70) è di 3,50 euro. Tutti i tesserati Fipav che hanno già compiuto i 14 anni potranno acquistare il biglietto intero al costo di 5 euro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>