Consultinvest verso la laguna con orario posticipato (domenica alle 19) e contro una Venezia irrobustita

di 

3 marzo 2017

Immagine-4889-2 (1) 2PESARO – Certe volte non dipende tutto da te. Vedi il “caso Venezia” falcidiata dagli infortuni in queste ultime settimane ed eliminata al primo turno nelle Final Eight di Coppa Italia, ma naturalmente in laguna non sono stati fermi ad aspettare gli eventi e, per non lasciare nulla d’intentato nella lotta per i primi quattro posti, hanno deciso di ingaggiare Esteban Batista, centro dal fisico imponente, visto lo scorso anno a Milano e Julyan Stone, gradito ritorno, dopo la splendida stagione disputata in maglia oro granata nel 2015. Cosa c’entra tutto questo con Pesaro? Poco, probabilmente, ma il rammarico di non affrontare l’Umana versione “light” di questo ultimo mese è reale, perché proprio domenica Batista e Stone faranno il loro debutto, proprio contro la Consultinvest.

Intendiamoci, la trasferta di Venezia non è mai stata messa tra le “probabili” nella tabella salvezza virtuale compilata in Via Bertozzini e anche non al completo, la Reyer rimane una squadra di alto livello, reduce dalla vittoria di quattro punti nel match d’andata contro Avellino in Champions League, ma sappiamo quanto anche la fortuna sia un’alleata preziosa nello sport ed incontrare una squadra che, allo stato attuale delle cose, possa decidere i sette stranieri da schierare, non è proprio l’ideale.

Nulla vieta alla Vuelle di provarci in ogni caso, considerando che all’andata Pesaro riuscì a battere l’Umana, ma proprio per le quattro sconfitte in cui è incappata Venezia, la Consultinvest si troverà di fronte una squadra intenzionata a riprendere la strada verso le primissime posizioni, con tanta voglia di ben figurare davanti ad un pubblico che non ha mai fatto mancare il suo sostegno e che riempirà, come al solito il Talercio di Mestre.

Così, l’attenzione del pubblico pesarese, sarà rivolta ai risultati dagli altri parquet, con Varese attesa ad Avellino, Cremona impegnata a Brindisi e Cantù che ospiterà Reggio Emilia, match impegnativi, ma sappiamo che le sorprese in questa serie A sono all’ordine del giorno, come ha insegnato la ventesima giornata, dove le ultime tre in classifica – Cremona, Pesaro e Varese – hanno tutte vinto, evento impensabile, ad esempio nella serie A calcistica, dove le ultime tre sembrano già note da tempo e raccolgono qua e là solo qualche punticino.

Fate attenzione all’orario di inizio della partita, posticipato di 45 minuti, su richiesta di Venezia, consentendo così ai tifosi pesaresi di conoscere i risultati di Cremona e Varese già nell’intervallo, mentre Cantù giocherà lunedì sera.

 

Hazell e Stipcevic (Foto Baioni)

Hazell e Stipcevic (Foto Baioni)

LA PARTITA DELLA SETTIMANA

UMANA VENEZIA (24 PUNTI) – CONSULTINVEST PESARO (14 PUNTI)

DOMENICA 5 MARZO – ORE 19.00 – Pala Talercio di Mestre

Risultato dell’andata: Pesaro – Venezia 84-78

Diretta televisiva su RTV San Marino – canale 93 del digitale terrestre.

 

 L’AVVERSARIA DELLA SETTIMANA

L’arrivo di Stone e Batista, sconvolgerà per forze di cose le gerarchie in casa veneziana, con coach De Raffaele che dovrà decidere prima della palla a due, chi saranno i due stranieri che si accomoderanno in tribuna. Negli ultimi match, la cabina di regia è stata affidata a MarQuez Haynes, con Ariel Filloy rientrato nel gruppo dopo l’infortunio, in un reparto esterni dove, in attesa del rientro di Tonut, viene schierato come guardia titolare Tyrus McGee, con le spalle coperte dal greco Bramos. Nello spot di ala piccola, si dividono il minutaggio Jeff Viggiano e il nigeriano Ejim, mentre sotto canestro, l’arrivo di Batista, toglierà qualche minuto ai vari Benjamin Ortner, Jamelle Hagins e Hrovje Peric, senza dimenticarsi dei minuti qualità offerti dal 37enne Tomas Ress, in un’Umana che probabilmente dovrà sfoltire il proprio roster nelle prossime settimane, anche se nulla le vieta di continuare sulla strada dei nove stranieri, per tutelarsi da eventuali infortuni.

IL DUELLO CHIAVE: Marcus Thornton vs Tyrus McGee: Thornton è atteso ad una conferma, dopo l’eccellente partita disputata contro Sassari, ma non avrà vita facile contro un veterano del nostro campionato come McGee, guardia dotata di un buon tiro ed di un eccellente ball handling, che gli consente di battere agevolmente l’avversario dal palleggio e di finalizzare l’azione con un’entrata al ferro.

IL MOMENTO DELLA SQUADRA

SI va avanti così, almeno per ora, con Ryan Harrow al suo posto, in attesa di qualche colpo di fortuna sul mercato. Sì, perché non è facile trovare qualche buon giocatore, soprattutto quando non hai soldi da sperperare. L’identikit dell’eventuale nuovo acquisto è sempre il solito: deve essere “free agent”, per non pagare nessun tipo di buyout, non deve essere un rookie, ma un giocatore esperto, intorno ai trent’anni, in grado di inserirsi in poco tempo nei meccanismi della Vuelle, deve avere già giocato, se non in Italia, almeno in qualche campionato maggiore europeo e soprattutto deve essere “meglio” di Harrow, ovvero un playmaker vero, con punti nelle mani e capace di innescare i compagni. Tutto questo, non potendo mai rilanciare in un’eventuale asta, come è successo con Jerome Randle, che corrispondeva perfettamente all’identikit, ma ha firmato per il Limoges, dove qualche decina di migliaia di dollari in tasca in più, se li dovrebbe mettere rispetto all’offerta pesarese, mentre si potrebbe liberare Tyrone Brazelton, attualmente impegnato in Polonia con la maglia del Rosa Radom, 31enne playmaker con punti nella mani. Con queste condizioni, non è per niente facile trovare il giocatore giusto e la possibilità che si vada avanti con questi effettivi è reale, con tutti i rischi del caso, sperando che l’arrivo di Hazell porti comunque dei benefici alla Vuelle. Alla sua prima uscita in maglia biancorossa non è dispiaciuto, mettendo in mostra una buona abnegazione difensiva, ma è chiaro che da lui ci aspettiamo una produzione offensiva maggiore e soprattutto che sia protagonista negli ultimi minuti, per dare un’alternativa al positivo Thornton visto contro Sassari, il famigerato go to guy che non è mai stato Fields e che difficilmente potrà essere Harrow in queste ultime dieci partite.

Rimane aperta anche la questione Zavackas, utilizzato per soli 28 minuti complessivi in questo girone di ritorno e che chiaramente è finito in fondo alle rotazioni di coach Bucchi, il suo eventuale taglio sarebbe meno complicato, ma al suo posto arriverebbe un onesto comunitario in grado di rimanere sul parquet una decina di minuti e dare una mano dentro l’area, ma in Via Bertozzini non vogliono sprecare le poche risorse disponibili e tengono aperta la porticina, nell’eventualità che il mercato porti in dono l’uomo della provvidenza.

Bucchi e la panchina Vuelle (Foto Baioni)

Bucchi e la panchina Vuelle (Foto Baioni)

Intervistato in settimana da Rtv San Marino, coach Bucchi ha ribadito che senza difesa non si va da nessuna parte, non avendo il necessario talento offensivo per imporsi sull’avversario e che conta di avere il miglior Hazell per la partita di Varese della prossima settimana, parole condivisibili da parte del coach biancorosso, che ha ribadito di non avere avuto nessun contatto con Milano per il ruolo di general manager dell’Armani. Si sale dunque a Venezia, con poche speranze di ritornare con due punti in più in classifica e augurandosi che perlomeno la classifica rimanga invariata, dato che tutte e quattro le squadre pericolanti saranno impegnate in trasferta, rimandando il discorso al 12 marzo, quando si giocherà Varese-Pesaro, vero spartiacque stagionali per le speranze di salvezza della Consultinvest.

 

LA VENTUNESIMA GIORNATA IN PILLOLE:

Tornano gli anticipi del sabato, con Sassari che proverà a risalire la classifica, superando una Pistoia con qualche problema da risolvere in trasferta, mentre la Dolomiti Energia proverà ad infilare la sesta vittoria consecutiva, ospitando al PalaTrento la Pasta Reggia.Caserta. Nel mezzogiorno di Sky, spazio ad un inatteso big match, ma la classifica dice che Capo d’Orlando e Brescia, ormai sono stabilmente nella parte nobile del tabellone, Brindisi-Cremona ed Avellino-Varese sono gli unici due match che si giocheranno nel canonico orario delle 18.15, in una domenica che alle 20,45 proprone il derby delle metropoli tra l’Armani e la Fiat, in una ventunesima giornata che si chiuderà lunedì col posticipo tra Cantù, del nuovo coach Recalcati, e Reggio Emilia.

I PROSSIMI TURNI DELLA CONSULTINVEST:

Domenica 12 marzo – ore 18.15: OpenJob Metis Varese – Consultinvest Pesaro

Domenica 19 marzo – ore 18.15: Consultinvest Pesaro – Grissin Bon Reggio Emilia

Domenica 26 marzo – ore 18.15: Dolomiti Energia Trento – Consultinvest Pesaro

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>