La giornata più importante della storia del PesaroFano. Se domani vince a Roma è in serie A

di 

3 marzo 2017

PESARO – La serie A è vicina. Se l’Italservice sabato 4 marzo vince (si gioca alle 15) a Roma contro la Capitolina Marconi viene promossa nella massima categoria con quattro giornate di anticipo.
Ecco perchè il match con i laziali assume un sapore speciale. Sarebbe infatti la prima volta che un club marchigiano di calcio a 5 sale così in alto.
Merito del presidente Lorenzo Pizza che ha allestito una squadra ricca di talenti, merito di mister Cafù che è stato capace di amalgamare un gruppo composto da giocatori diversi.
Ma prima di festeggiare bisogna catturare i tre punti in terra romana contro una formazione che sta lottando per salvarsi e quindi avrà il coltello tra i denti, inoltre gioca davanti al suo pubblico.
DSC_0193 (1)“L’avversario di turno corre tanto, vanta elementi giovani di grande prospettive, non sarà un incontro facile”. Avverte Cafù che in Italia ha già ottenuto due promozione con Cesena e Rieti.
L’Italservice che viene da un girone di ritorno da imbattuta, si presenta all’appuntamento più importante della stagione al completo.
“Posso contare su un gruppo compatto, una panchina lunga, giocatori esperti e seri”.
Tra le fila del team ci sono elementi che hanno già vinto tanto, ma hanno ancora voglia di vincere e altri che ancora non hanno vinto nulla e che quest’anno hanno la possibilità di coronare un sogno.
Insomma ci sono tutti i presupposti per conquistare il magico traguardo: “L’importante è restare concentrati, scendere in campo consapevoli che questa è la gara più importante della stagione – chiude Cafù – ma dobbiamo giocarla come se fosse una partita come le altre. Con serenità e lucidità e soprattutto rispettando l’avversario”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>