Nelle Marche, aumentano gli incidenti stradali ma diminuisco morti e feriti. Domani convegno nazionale a Pesaro su sicurezza e legalità in strada

di 

3 marzo 2017

PESARO – Nelle Marche aumenta il numero di incidenti stradali ma diminuisce il numero di morti e feriti. Lo dicono i dati dell’Istat su elaborazione de Il Centauro e Asaps (Amici e sostenitori della Polizia stradale) secondo cui nella nostra regione si sono registrati nel 2015 (i più recenti a disposizione), 5.549 incidenti (l’1,6% in più rispetto all’anno precedente quando i sinistri stati 5.422). I morti per incidenti stradali sono stati 93 (-7%) rispetto all’anno precedente quando i deceduti sulla strada furono 100. Flessione anche per quanto riguardo il numero di feriti: 7.606 nel 2015 rispetto a 7.866 (e dunque -3,3%) sull’anno precedente. Aumenta dunque il numero di incidenti, ma diminuisce, fortunatamente, il numero di morti e feriti. Una linea tendenziale anche per quanto riguarda il 2016 i cui dati sono ancora in fase di elaborazione. Il merito è sicuramente dell’aumentata sicurezza dei veicoli, dei dispositivi di protezione e sicurezza in dotazione sulle auto e agli altri veicoli. Merito in parte anche dell’inasprimento delle sanzioni e delle responsabilità penali e civili previste dal codice della strada. Sarà interessante confrontare anche i dati relativi al 2016 proprio in relazione all’entrata in vigore della legge che ha introdotto il reato di omicidio stradale giusto un anno fa.
Incidente-StradaleE proprio su questo tema – legato alla sicurezza e a chi, sulla strada deve lavorare, come gli autotrasportatori, è stato organizzato un convegno nazionale che si terrà a Pesaro Sabato 4 marzo con inizio alle ore 10 nella Sala Pierangeli della Provincia di Pesaro e Urbino. Particolare attenzione dei relatori sarà posta all’introduzione del reato di omicidio stradale.

All’incontro, organizzato da Provincia di Pesaro e Urbino, CNA-FITA e che vede la collaborazione di Fondazione Unipolis e ASAPS dell’Associazione amici della Polstrada, parteciperanno tra gli altri il presidente nazionale di CNA-Fita, Cinzia Franchini (l’autotrasportatrice che ha sfidato la camorra e che per questo ha ricevuto pesanti avvertimenti e minacce di morte), e che interverrà sul tema “Sicurezza e legalità; un’esperienza di impegno concreto”.

E’ previsto un intervento del presidente nazionale dell’Asaps Giordano Biserni e del consigliere nazionale Ugo Terraciano relativamente alla nuova legge sull’omicidio stradale.

Di prevenzione dei sinistri ed esperienza alla guida parlerà Matteo Pasti Sistema Qsa (Qualità, sicurezza e Ambiente), della Federtrasporti. Il tema della formazione dell’autista professionale e dell’esperienza del progetto europeo C95 Challenge sarà affrontato da Kylene De Angelis della società Training 2000. Chiuderà la mattinata di lavori l’esperto di Asaps Franco Medri che relazionerà sul tema: “Autotrasporto: legislazione e sicurezza stradale”.
Il convegno, che vedrà in apertura la presentazione del Progetto Sicurstrada a cura del Consiglio regionale di Unipol e della Fondazione Unipolis, sarà aperto dal presidente della Provincia di Pesaro e Urbino, Daniele Tagliolini. Introdurrà il successivo dibattito, Riccardo Battisti, responsabile di CNA-FITA Marche.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>