Volley A2, Alice Santini sa come si vince la Coppa Italia: “Prima testa a Legnano. Ma che peccato non giocare il trofeo nella mia Firenze”

di 

3 marzo 2017

PESARO – Come si vince la Coppa Italia? Una domanda, mille risposte. Che Alice conosce alla perfezione, come il suo capitano.
Sono risposte che Alice e Federica conoscono perché la Coppa Italia di serie A2 l’hanno vinta già. Roba da obbligare Francesco De Gregori a cambiare l’ultima strofa di una delle sue canzoni più famose, Alice, appunto. Altro che… “ma tutto questo Alice non lo sa…”.
“Ne ho vinte due, come Federica Mastrodicasa…”.
Prima del 12 marzo, c’è un’altra partita. E che partita!

La grande carica di Alice Santini, fiorentina della myCicero (Foto Eleonora Ioele)

La grande carica di Alice Santini, fiorentina della myCicero (Foto Eleonora Ioele)

“Esatto e noi siamo molto concentrate su Legnano, perché è il crocevia della stagione. Vogliamo prendere punti e abbiamo la testa al campionato. Finita la partita che giocheremo a Castellanza, ripartiremo pensando alla Coppa Italia di A2.
La distraggo per qualche secondo dal campionato, dalla sfida alla Sab Grima del suo ex coach Andrea Pistola. Alice, giocandosi le Final four nella sua Firenze, non posso che parlarne con lei. Soprattutto per dirle che sarebbe stato bello vedere (anche) la finale di A2 sul taraflex del Mandela Forum.
“Sono d’accordo, però è stato deciso così, quindi dobbiamo adattarci alle decisioni dei piani alti. Però…”
Però?
“E’ un peccato non giocare la finale a Firenze, dove avrei avuto a sostenermi qualche parente e qualche amico…”.
Tra lei e Federica Mastrodicasa, abruzzese trapiantata a san Casciano prima per il volley poi per amore di Lapo, il sostegno non sarebbe mancato.
“Si sarebbe portata un po’ di gente”.
Sarebbe stato molto bello per voi, ma anche per le ragazze della Lardini, essere protagoniste dell’evento che è principalmente di A1, con le Final four che vedono in campo anche la sua ex squadra, l’Imoco Conegliano.
“Una bellissima manifestazione, perché il Mandela Forum – se è pieno, e mi auguro lo sia – propone una cornice stupenda. Sono contenta per chi ci sarà. Mi sarebbe piaciuto esserci, ma hanno deciso altrimenti e noi andremo a Osimo a giocarci il derby marchigiano. Speriamo di avere tante persone al nostro seguito, anche perché avremo sicuramente bisogno di sostegno. Prima, però, testa a Legnano”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>