Una Traviata da manuale in un Teatro della Regina gremito. Le foto di Ballante

di 

7 marzo 2017

CATTOLICA -Un allestimento da incorniciare ha infiammato il pubblico del Teatro della Regina in occasione della rappresentazione della Traviata di G. Verdi. Una regia appassionata, intensa, curata nei minimi dettagli, che porta la firma di Julija Samsonova-Khayet, noto mezzosoprano, al debutto in qualità di regista, che ha saputo dare allo spettacolo quella nota di professionismo degna dei grandi teatri. Nel cast vocale, che ha meritato l’ovazione finale, spiccano le voci di Kelly McClendon (Violetta), la cui esecuzione è stata superlativa, incoronata nell’aria dal Mi bemolle finale e di Daniele Girometti (Giorgio Germont), che ci ha fatto ascoltare una linea vocale bella, ampia, proiettata con estrema eleganza e sicurezza e governata da una musicalità ragguardevole. Nei ruoli minori è stato un onore avere un Gastone interpretato da Patrizio Saudelli e una Flora, interpretata da Julija Samsonova-Khayet. Corretta la direzione del M° Stefano Bartolucci che insieme all’Orchestra “I Cameristi del Montefeltro” ha saputo assecondare l’intero cast artistico. Degna di nota la prova degli artisti del coro della Regina e Città Futura che per l’occasione hanno dato vita ad un unico organico. Infine il corpo di ballo dell’Accademia di Antonella Bartolacci, la cui interpretazione è stata intensa, emozionante, sia in occasione del finale del secondo atto che nel passo a due del preludio del terzo atto, strappando applausi a scena aperta e incoronando lo spettacolo nel suo complesso. 

Ecco le foto della serata realizzate da Amato Ballante:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>