La Vis ricomincia da San Marino. Dopo 20 giorni di sosta i biancorossi in campo sabato sul Titano. Diretta testuale su Pu24 dalle 14.30

di 

17 marzo 2017

PESARO – A venti giorni dalla bruciante sconfitta di Vasto (sosta motivata dal turno di riposo per la cancellazione del Chieti seguita dalla pausa per il Torneo di Viareggio), la Vis riprende confidenza col campo. Lo fa in anticipo sabato alle 14.30. E lo fa in quello che i numeri dicono essere lo stadio più complicato. A San Marino, unico campo inviolato del girone. I biancazzurri di Pino Di Meo, negli ultimi due turni casalinghi hanno nientemeno che pareggiato con la Fermana e battuto il Matelica e, più in generale, hanno conquistato negli ampi spazi del San Marino Stadium (il campo più largo del girone) 26 dei loro 33 punti.

San Marino inviolato, ma Vis che ha già incontrato due volte il San Marino in stagione e ha vinto in entrambi i casi: in estate con lo 0-2 esterno in Coppa Italia (il San Marino non perde in casa da quel 28 agosto) e 2-1 al Benelli un girone fa con gol di Ridolfi e Comi per piegare un San Marino che aveva visto subentrare mister Di Meo da appena una settimana.

Con Di Meo il San Marino ha cambiato passo e, sebbene sia 11 punti dietro la Vis, è tuttora in linea con una rimonta playoff possibile. Perché il quinto posto dista appena 4 punti da una Sammaurese che deve ancora fermarsi per il turno di riposo. La Vis troverà oltretutto un San Marino bruciato dal ko immeritato di Campobasso.

La Vis arriva al match con tutte le incognite di 20 giorni di stop difficilmente decifrabili, con il fardello dell’assenza di Rossi che s’aggiunge a quella di Ridolfi e con un’influenza che in settimana ha debilitato Falomi, Bugaro e Massarucci. Solo quest’ultimo dovrebbe essere titolare in un 3-4-3 che potrebbe essere modificato in 3-5-2 provato a lungo durante questa sosta. Probabile una maglia da titolare per Cremonesi, sicura quella di Raparo che non era titolare addirittura da dicembre.

Comi in azione in Vis-San Marino dell'andata (Foto Filippo Baioni)

Comi in azione in Vis-San Marino dell’andata (Foto Filippo Baioni)

Nel San Marino tutti a disposizione tranne l’ex Matteo Sapucci che è impegnato al Torneo di Viareggio dove è pure andato in gol con la Rappresentativa di Serie D. Di Meo si affida al terzo miglior attacco del girone con un 4-2-3-1 improntato sul senso del gol di Olcese, su fasce ficcanti come quelle di Baldazzi e Caprioni e sulla tecnica di Buonocunto. In mediana rientra il francese Gassama sul quale sta facendo un pensierino il Gubbio di Peppe Magi. In porta c’è il pesarese Dini.

Per la Vis ricomincia la corsa al miglior piazzamento possibile da spremere dentro un ciclo di trasferte terribili: San Marino prima, Fermo e Matelica poi. Proprio Fermana-Matelica sarà la partita che domenica può chiudere o riaprire il discorso per il primo posto. Gioca in anticipo anche il San Nicolò (oggi alle 15) che insegue la Vis con appena un punto di ritardo. I pesaresi sperano in un favore dal Pineto di Amaolo.

La Vis confida sulla spinta dei tifosi al seguito nella trasferta più corta del campionato. Trasferta che si potrà seguire minuto per minuto con la consueta diretta testuale su pu24 a partire dalle 14:30

 

Programma 27esima giornata:

Sabato ore 14.30

San Marino – Vis Pesaro

Sabato ore 15

San Nicolò – Pineto

Domenica ore 14.30

Fermana – Matelica

Monticelli – Agnonese (si gioca a Monte San Giusto)

Castelfidardo – Sammaurese

Civitanovese – Campobasso

Alfonsine – Jesina

Domenica ore 15

Vastese – Romagna Centro

Riposa: Recanatese.

 

CLASSIFICA:

Fermana 45, Matelica 46, Vis Pesaro 44, San Nicolò 43, Sammaurese 37, Agnonese 36, Vastese 35, Romagna Centro 34, San Marino e Jesina 33, Campobasso 32, Monticelli 30, Pineto 29, Recanatese 21, Alfonsine 19, Castelfidardo 18, Civitanovese 17,

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>