Volley A2, derby Marche-Romagna e Ilaria Battistoni, ex pesarese, non vuole pagare dazio all’emozioni. Poi anticipa: “Finale playoff tra Pesaro e Palmi per l’effetto Tifanny”

di 

17 marzo 2017

Ilaria in palleggio per la fast di Giuliodori (foto dalla pagina Facebook della Battistelli San Giovanni in Marignano)

Ilaria in palleggio per la fast di Giuliodori (foto dalla pagina Facebook della Battistelli San Giovanni in Marignano)

La Sab Grima Legnano che occupa la terza posizione è sicuramente la grande sorpresa del campionato di serie A2, ma la Battistelli San Giovanni in Marignano non è da meno. La matricola romagnola è a un passo dalla salvezza e attualmente occupa la settima posizione, l’ultima a garantire un posto nei playoff. Una stagione molto positiva per le ragazze allenate da Marchesi, ex coach della Scavolini (per lui anche uno scudetto), che pure hanno dovuto fare i conti con qualche guaio fisico (leggi l’infortunio a Marta Agostinetto, attaccante esperta).

La Battistelli è guidata in campo da Ilaria Battistoni, fanese, ex di turno, fra le protagoniste del ritorno in serie A del Volley Pesaro, che all’andata patì l’emozione.

“E rimasi in tribuna, anziché scendere in campo” commenta con grande ironia.

Ilaria ha appena trascorso un bellissimo giovedì, anche se condito da 10 ore in automobile: è andata a Pozzuoli, per festeggiare il fratello Luca, impegnato nel giuramento nell’Accademia dell’Aeronautica a Pozzuoli.

Un fratello pilota, che orgoglio. Ora, però, deve essere Ilaria a fare volare la Battistelli, a incominciare dal suo derby…

“Ci proverò… Ci stiamo preparando alla partita di domenica e sento già l’emozione… Però, memore di quanto accaduto nella gara d’andata, quando sentivo molto la partita e, tra tensione, ansia ed emozione, proprio non giocai, cercherò di controllarmi…”.

Tra l’altro è il suo ritorno al PalaCampanara…

“In teoria dovrei essere ancor più emozionata, ma questa volta proverò a trasformare l’emozione in energia positiva”.

Anche perché siete una bella squadra che finora ha fatto molto bene e a questo punto è giusto puntiate ai playoff.

“Ci proveremo, anche se mancano 5 giornate alla fine della stagione regolare e la classifica è corta. Inoltre siamo attese da un calendario niente male, forse il più difficile, visto che, oltre a Pesaro, dovremo fare visita a Palmi e Soverato. Una cosa è certa: daremo tutto per centrare l’obiettivo, anche se noi eravamo partite per salvarci. Ma oggi che siamo in ballo e quasi salve proveremo a puntare più in alto”.

Che myCicero s’aspetta? Una squadra delusa dalla sconfitta in Coppa Italia oppure arrabbiata?

” La myCicero deve difendere il secondo posto e farà di tutto per non perdere punti. M’attendo una squadra arrabbiata, carica, non delusa, anche se perdere una finale brucia molto, perché una partita secca ha una storia a sé. Sono convinta che, viste le giocatrici a disposizione, la loro grande esperienza, metteranno da parte la delusione e la battuta d’arresto non avrà conseguenze, anche se noi speriamo ci siano”.

Lei ha visto giocare la myCicero anche nella semifinale di Coppa Italia con Legnano. Impressioni?

“Confesso che a inizio stagione era la mia favorita per la promozione. La squadra è stata costruita per salire in A1. Ha tutte le potenzialità per farlo. E io credevo che avrebbe vinto il campionato. Però Filottrano si è rivelata molto forte e si trova dove ha meritato di essere. In ogni caso il secondo posto è archiviato e Pesaro dovrà giocarsi l’A2nei playoff. Credo se la giocherà con Palmi e prevedo una bella sfida…”.

Addirittura: lei vede Palmi in finale con Pesaro?

“Sì, penso proprio che Tifanny sarà un fattore decisivo. Non voglio guardare troppo avanti, ma a mio avviso lei si sta trattenendo… Grazie al nostro scout ho visto qualche video dei suoi attacchi e Tifanny ha un livello superiore a tutte le giocatrici…”.

Addirittura! Secondo lei Tifanny non ha mostrato tutte le potenzialità.

“Potrei sbagliarmi, ma guardando i suoi attacchi ho questa sensazione”. In verità, l’impressione di Ilaria Battistoni è la stessa di alcune giocatrici che hanno incontrato Palmi. L’uragano Tifanny potrebbe stravolgere la stagione. Alla faccia dei giornalisti italiani che, oggi, hanno archiviato la lettera della Fipav alla Lega Pallavolo Serie A Femminile come l’autorizzazione ufficiale alla giocatrice di scendere in campo nel campionato italiano. Peccato che la Fipav chieda il rispetto delle norme emanate dal Cio con il famoso Consensus Meeting on Sex Reassignment and Hyperandrogenism Novembre 2015, che finora non è stato accertato, perché la Fipav ha autorizzato il tesseramento della brasiliana solo in base al passaporto rilasciato dalle autorità del suo Paese,come ha riportato – unico organo d’informazione italiano – pu24.it, che è andato alla fonte, contattando sia il Cio (Comitato Olimpico Internazionale) sia la Fivb (federazione internazionale di pallavolo). Invece, stamattina, leggendo diversi organi d’informazione, sono allibito di fronte ai titoli privi di dubbi: “Fipav, via libera a Tifanny”, uno dei più gettonati. Ma quando? In base a che cosa se la Lega – che pure non dovrebbe avere competenze specifiche, appartenendo queste alla Fipav – è ancora in attesa dei controlli?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>