Volley A2, il meglio (ma anche il peggio) della 22^ giornata: Tifanny marziana, orgoglio Trentino, i rimpianti di Mondovì

di 

20 marzo 2017

PESARO – La pallavolo femminile di serie A2 nella prima stagione d.T. (di Tifanny) racconta che la giocatrice brasiliana sta cambiando le carte del campionato. Beato chi conquisterà la promozione diretta. Filottrano continua a essere la legittima favorita, malgrado la battuta d’arresto di ieri a Trento, la seconda della stagione, anche se in casa myCicero qualche speranza continuano ad averla, almeno fino a quando i numeri non chiuderanno la porta. Le altre pretendenti dovranno fare i conti con Palmi che ha cambiato la stagione con l’ingaggio della transgender che prima giocava nella serie B maschile belga. Prima dell’arrivo di Tifanny Pereira de Abreu, la Golem Software era decima con 23 punti. Quattro giornate dopo, con 3 successi e 1 sconfitta, è settima e con 32 punti occupa l’ultimo posto utile per giocare la seconda fase. Ovviamente, con una giocatrice che viaggia a 26,25 punti a partita, si può ambire a una posizione migliore.

Dunque, la 22^ giornata della stagione regolare, 9^ di ritorno, è vissuta nel segno della schiacciatrice brasiliana, della Delta Informatica Trentino e della voglia di lottare che anima la Lpm Bam Mondovì, a un passo dalla vittoria nel derby piemontese, tornata a casa con un prezioso punto in più e non pochi rimpianti. Se la lotta al vertice e per i playoff è ancora aperta, altrettanto quella per la salvezza.

Un bel campionato, anche se il futuro della pallavolo femminile è difficile da inquadrare, se è vero che abbiamo saputo di procuratori già alla ricerca di altri transgender, che – ci garantiscono – non mancano. Non abbiamo conoscenze in materia, quindi ve la vendiamo come l’abbiamo comperata.

Adesso, però, ci occupiamo del meglio (ma anche del peggio) della 22^ giornata:

Miss Scorer, migliore realizzatrice

Tifanny Abreu

Tifanny Abreu

Tifanny Pereira de Abreu (Golem Software Palmi): 31 punti, con il 56% offensivo (28/50), che fanno seguito ai 28 nella positiva gara d’esordio (in casa con Trento), ai 18 (42%) nella sconfitta di Chieri, ai 28 (57%) nel successo su Brescia. Per un totale di 105 punti. Inavvicinabile. Camilla Mingardi, migliore realizzatrice della stagione, vanta 433 punti in 22 partite e 87 set, con una media gara di 19,68 e una media set di 4,97. Tifanny na realizza 7 per set, oltre che 26,25 a partita. Marziana.

Miss Ace, migliore servizio

Cogliandro

Asia Cogliandro (Lardini Filottrano): 4 battute vincenti. Come a dire che anche nelle serate difficili della squadra, il contributo della centrale di Busto Arsizio non manca mai. Garanzia.

Miss Wall, migliore muro

Bertone

Serena Bertone (Volley Soverato): 7 muri nel successo calabrese in una partita fondamentale (contro la Lilliput) per una delle posizioni migliori nella griglia dei playoff. Muri invalicabili e lei fa onore all’origine: Carrara. Marmorea.

Miss Spiker, migliore attaccante

Crittenden

Naya Crittenden (VolAlto Caserta): una voce a cui dovrò apportare un correttivo, visto che il premio va quasi sempre alle centrali. Oggi, però, a dispetto del 73% di Tangini (Entu Olbia) che ha chiuso con 8/11 e 73%, il riconoscimento va all’americana di Caserta che ha totalizzato il 63% con un 25/40 offensivo davvero notevole. Centrata.

Miss Setter, migliore palleggiatrice

Prandi

Vittoria Prandi (Millenium Brescia): Manda in doppia cifra 3 compagne, una quarta si ferma a un passo. Lei aggiunge un 2/4 offensivo e 1 muro. Il riconoscimento è anche alla squadra che vince un grande derby e continua a sognare un posto al sole. Ispirata.

Miss Bagher, migliore ricezione

Santini

Alice Santini (myCicero Pesaro): solito grande lavoro in seconda linea, producendo – in 19 ricezioni – il 74% di positiva e il 47% di perfetta, senza errori. Meticolosa.

Miss Flop, la delusione della giornata

Agostinetto

Marta Agostinetto (Battistelli San Giovanni in Marignano): a livello di percentuali, ha addirittura fatto peggio, la compagna di squadra Valeria Tallevi (1/10), e Adriana Vilcu (Lilliput) non ha attaccato meglio (4/21; 19%), ma era sull’opposto veneto che in Romagna si confidava per mettere in difficoltà la myCicero. Rivedibile.

Miss Volley, la migliore giocatrice della giornata

Moncada

Elisa Moncada (Delta Informatica Trentino): alla solita regia aggiunge 4/5 in attacco e 1 ace, producendo punti che spingono la sua squadra a un successo che – complice la concomitante sconfitta di Legnano – tiene apertissima la porta per il terzo posto. Encomiabile.

Mister Coach, migliore allenatore

FotoAtleta-1.asp.html

Ivan Iosi (Delta Informatica Trentino): finora solo due squadre hanno avuto l’onore di fermare la capolista. Una soddisfazione enorme per l’allenatore trentino, non nuovo al nostro riconoscimento. Orgoglioso.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>