Volley A2, Pesaro ospita Soverato e Matteo Bertini e le sue ragazze vogliono riscattare la sconfitta dell’andata: “Non giocammo”

di 

24 marzo 2017

Matteo Bertini fotografato da Eleonora Ioele

Matteo Bertini fotografato da Eleonora Ioele

PESARO – Una giornata importante, forse addirittura determinante, la decima di ritorno, 23^ della stagione regolare. S’affrontano 4 delle prime 5 squadre. Sfide incrociate, una sorta d’anticipo dei playoff e non è un caso che l’unica esclusa sia la Lardini Filottrano, che al momento non deve pensare alla seconda fase.

La myCicero Volley Pesaro (seconda con 54 punti) ospita il Volley Soverato (quarto con 38); la Delta Informatica Trentino (quinta con 38) riceve la visita della Sab Grima Legnano (terza con 42).

A Pesaro arriva una squadra in gran forma, come confermava, ieri, Giulia Gennari, ex di turno. Un’avversaria che agli occhi delle colibrì ricorderà quella che nella gara d’andata nascose la palla alle ragazze allenate da Matteo Bertini. La myCicero ha in testa soprattutto i 3 punti in palio, ma appare evidente che il ricordo di una sconfitta bruciante regalerà motivazioni in più.

“La partita d’andata è stata molto particolare – commenta Matteo Bertini -. Soverato giocò una grandissima gara, glielo riconobbi allora, lo ribadisco oggi, ma noi non entrammo in campo. La nostra prestazione fu molto strana, decisamente diversa da quella evidenziata nelle altre sconfitte. Contro Filottrano, Legnano e Trento non ho avuto la sensazione – come mi è accaduto a Soverato – che la mia squadra non avesse espresso il suo potenziale. In Calabra, non ci si avvicinò neppure lontanamente. Fu il motivo della maggiore delusione provata quella sera. Loro mostrarono una grande qualità di gioco, tenendo uno standard molto alto, impedendoci di riprendere il filo del discorso che avevamo smarrito. Ebbi la sensazione di non essercela giocata. Provai fastidio. Lo stesso fastidio vissuto dalle ragazze. Viviamo un buon momento, come si è visto nelle recenti partite, dobbiamo proseguire così, a prescindere da quello che succederà in classifica, perché vogliamo arrivare alla fine della stagione regolare con un livello di gioco molto alto. Ecco, se riusciremo a mostrare questo livello, potremo riscattare la cattiva prova della gara d’andata”.

La squadra calabrese ha mostrato il proprio valore anche in seguito. Non si superano Pesaro e Filottrano se non hai le giuste qualità. E adesso, con l’ingaggio dell’ucraina Olena Lymareva, ha completato il roster. Nel 3-0 su Settimo Torinese, l’ultima arrivata non ha giocato, ma intanto ha alzato il livello degli allenamenti.

“Un tassello in più durante il lavoro settimanale, una possibile soluzione in più in momenti di eventuali difficoltà in partita. Non so se giocherà contro la mia squadra e ho trovato pochissime informazioni sulla ragazza. Sarà un’avversaria da scoprire. Speriamo che non incida più di tanto nella partita. Però, come ripeto da mesi, la cosa migliore è guardare in casa nostra. Anche questa settimana è andata via abbastanza bene, con allenamenti di qualità. Dopo la sconfitta in Coppa Italia, la reazione è stata positiva, come si è visto già domenica con San Giovanni in Marignano. Vogliamo continuare su questa strada”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>