Fenati scatenato: in Moto3 il pilota dello Snipers Team è il primo degli italiani

di 

26 marzo 2017

Romano Fenati

Romano Fenati

LOSAIL (Qatar) – Se c’era un pilota con il diavolo in corpo oggi era Romano Fenati che ha guidato sopra a tutto. Sopra la ruggine di 7 mesi lontano dalle gare, sopra ad una moto che era “quasi” perfetta. Sopra a tutti i connazionali, visto che è il primo italiano all’arrivo. Sopra anche a se stesso per superarsi sempre. Sorpassi esterni, staccate al limite del paranormale e la certezza di poter costruire un campionato stratosferico. Gran pilota, gran manico, 11 punti in saccoccia. Il campionato è lungo e quando si devono contenere le perdite, è bene farlo come lo ha fatto lui! Il voto, stavolta, glielo da il team: un bel 10. La sorte costringe Jules Danilo a partire dietro in griglia. Il francese combatte con tutto se stesso e recupera, sul traguardo, 8 posizioni sfiorando la zona punti.

Romano Fenati: “Sono contentissimo di questo risultato. Erano diversi mesi che non facevo una gara e il mio timore era quello di non riuscire a reggere la fatica. Invece è andata meglio di come immaginassi. Sul finale ha ceduto un po’ il posteriore e ho fatto un piccolo errore alla curva dieci dell’ultimo giro. Ad ogni modo direi che, come prima gara, sono davvero soddisfatto. Ora dobbiamo rimanere concentrati e lavorare per fare sempre meglio. Prossima tappa Argentina, una pista che mi piace molto, lì daremo il massimo per ottenere un risultato migliore”.

Jules Danilo: “Sono stati dieci giorni un po’ complicati, ancora non mi sento completamente a posto con la moto. Dobbiamo migliorare il feeling all’anteriore e trovare il modo per farla girare di più. Ovviamente la gara non è il momento giusto per lavorare sul set up. Abbiamo un po’ di tempo adesso per capire come impostarci per l’Argentina”.

2 Commenti to “Fenati scatenato: in Moto3 il pilota dello Snipers Team è il primo degli italiani”

  1. lallo scrive:

    Una grande gara, tutta grinta e coraggio. Bravo Romano

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>