In Qatar un doppio podio che vale per la Terra dei piloti e dei motori

di 

26 marzo 2017

LOSAIL (Qatar) – Franco Morbidelli ha vinto in Moto2 la prima gara della sua straordinaria carriera, Luca Marini si è piazzato sesto dopo una avvincente battaglia combattuta sul filo del rasoio.

Se l’antipasto alla MotoGp è stato davvero forte in Qatar, la classe regina è stata esaltante.

Ha vinto Vinales dopo una gran bella e leale battaglia con Dovizioso e già questo di suo valeva il biglietto, ma quello che ci è piaciuto di più è stato Vale, Valentino Rossi, terzo sul podio del Qatar.

La Terra dei Piloti e dei Motori oggi può festeggiare alla grande: Franco Morbidelli è ormai una certezza e Luca Marini che, dopo un anno di apprendistato in Moto2, sta dimostrando di avere la classe e la grinta di chi è in grado di lottare con i big e anche di metterseli alle spalle.

Peccato per la Moto3 ma il quinto posto di Fenati e il sesto di Migno non sono certo da buttare, anzi è facile pronosticare che nelle prossime gare saranno anche loro sul podio.

Ma ora torniamo a lui, al Dottore, a quell’animale da gara che sino al warm-up di stamattina sembrava in difficoltà, in grande difficoltà.

Poi è scattata la gara è tra i protagonisti lui c’è, e lì, a 38 anni, dopo più di 340 gare in carriera a giocarsi il podio. Incredibile Vale.

Con un potenziale umano come questo che il mondo ci invidia, con una storia come la nostra con la Benelli che si prepara al rilancio dello storico marchio, con i Musei Benelli e Morbidelli, si fa fatica a credere che La Terra dei Piloti e dei Motori al momento sia solo un cartellone attaccato ai segnali di ingresso delle città di Pesaro e di Tavullia.

Lunedi 26 marzo c’è l’ennesima riunione per discutere il progetto che ha generato il… cartello. Dopo i successi di ieri in Qatar, sarebbe auspicabile che le belle idee che ci sono dietro alle insegne prendessero il volo e ricevessero quelle attenzioni che potrebbero portare l’unicità motociclistica di Pesaro e Tavullia in tutto il mondo, creando un indotto turistico in grado di produrre benessere che potrebbe dare benefici non solo alla città di Rossini e di Rossi, ma a tutta la provincia di Pesaro e Urbino.

Questo slideshow richiede JavaScript.

2 Commenti to “In Qatar un doppio podio che vale per la Terra dei piloti e dei motori”

  1. Dario scrive:

    Bravo, condivido appieno

  2. Brusco54 scrive:

    Che bello non essere soli!
    Grazie Dario

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>