Accademia Rossiniana: Ernesto Palacio sarà il successore del compianto Alberto Zedda

di 

27 marzo 2017

PESARO – Sarà il Direttore artistico del Rossini Opera Festival Ernesto Palacio a succedere ad Alberto Zedda alla guida dell’Accademia Rossiniana. L’Accademia, che dal 1989 ha formato una nuova generazione di artisti affermatisi nei teatri di tutto il mondo, sarà intitolata al maestro milanese recentemente scomparso.

Chiusa la sua carriera di cantante, Ernesto Palacio ha scoperto ed avviato numerosi artisti di spicco della nuova generazione belcantistica ed è considerato uno dei massimi esperti internazionali di vocalità rossiniana. Nel suo repertorio figurano un’ottantina di opere (ben 20 quelle di Rossini) e oltre un centinaio tra oratori, messe ed altre composizioni vocali. Sono 40 le incisioni discografiche, tra esse 10 titoli rossiniani.

Ernesto Palacio

Ernesto Palacio

Ernesto Palacio si è esibito nei maggiori teatri della scena internazionale (tra essi La Scala di Milano, Accademia di Santa Cecilia ed Opera di Roma, San Carlo di Napoli, Regio di Torino, Comunale di Bologna, Arena di Verona, La Fenice di Venezia, e, all’estero, Metropolitan e Carnegie Hall di New York, Covent Garden di Londra, Liceu di Barcellona, Colon di Buenos Aires, Opernhaus di Zurigo, Bayerischer Staatsoper di Monaco) sotto la direzione di Maestri quali Claudio Abbado, Thomas Schippers, James Levine, Wolfgang Sawallisch, Peter Maag, Riccardo Chailly, Georges Prêtre e Alberto Zedda.

Sarà quindi il Maestro Palacio a tenere le audizioni per la partecipazione all’Accademia Rossiniana 2017 a partire da oggi, lunedì 27 marzo, al Teatro Sperimentale di Pesaro. Quest’anno le domande pervenute sono state 307, dato mai raggiunto sino ad oggi.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>