Vaccinazioni, il Consiglio dice sì all’obbligatorietà per i bambini dei nidi comunali

di 

28 marzo 2017

vaccinazione-bambini1PESARO – Passa in Consiglio comunale la mozione riguardante l’obbligo di vaccinazione per i bambini che frequentano i nidi comunali o privati convenzionati. Il documento chiedeva in particolare a sindaco e giunta, di “monitorare in Regione l’iter di votazione, affinché arrivi in Consiglio regionale il prima possibile, tanto da poter applicare la normativa per il prossimo anno scolastico”. Al termine di un ampio dibattito, è stato approvato da maggioranza e opposizione, con 23 voti favorevoli, 5 contrari (Movimento 5  stelle) e 2 astenuti (Santini e Dallasta).

Approvate anche le delibere relative alla modifica al regolamento sull’imposta di soggiorno, alla richiesta di adesione dei Comuni di Gabicce Mare e Gradara all’Unione dei Comuni Pian del Bruscolo e allo scioglimento anticipato della convenzione tra i Comuni di Pesaro e di Vallefoglia per la gestione in forma associata delle funzioni dell’ufficio di segreteria comunale.

 

Ex Genio Civile

L’assise si era aperta con una interrogazione presentata dai consiglieri Andreolli (Ncd), Dallasta (lista civica Siamo Pesaro) e Renzoni  Bezzicheri (Fi), con la quale si chiedeva di conoscere le date e gli esiti delle verifiche effettuate al palazzo dell’ex Genio Civile, “a seguito dei due violenti terremoti del 24 agosto e del 30 ottobre 2016, sia dei tecnici dell’ex Genio Civile, sia dei Vigili del fuoco di Pesaro e Fano”. L’assessore alla Operatività Enzo Belloni ha in primo luogo ricordato che l’edificio è di proprietà della Regione e che si trova in un punto strategico per la città: “Il Comune sta controllando lo sviluppo della situazione; l’edificio non presenta danni strutturali, ma solo deterioramenti sulle facciate, che la Regione si è impegnata a risanare”.

 

Le delibere

Il Consiglio comunale di Pesaro

Il Consiglio comunale di Pesaro

Ok al documento che chiedeva lo scioglimento anticipato “consensuale” della convenzione tra i Comuni di Pesaro e di Vallefoglia per la gestione in forma associata delle funzioni dell’ufficio di segreteria comunale. Anche se parte dell’opposizione è stata molto critica. Per Roberta Crescentini (lista civica Siamo Pesaro) e Alessandro Bettini (Fi), infatti, “su questa vicenda il Comune ha avuto un atteggiamento schizofrenico”, mentre per Carlo Rossi (Pd) “la delibera ci aiuta a capire al meglio quello che sarà il percorso futuro”.

 

Adesione di Gradara e Gabicce Mare all’Unione dei Comuni Pian del Bruscolo

Vivace anche il dibattito sulla richiesta di adesione dei Comuni di Gradara e Gabicce Mare all’Unione dei Comuni Pian del Bruscolo, con Remo Giacchi (Fi) che ha presentato una mozione d’ordine sulla  legittimità della delibera, cui è seguita la replica del segretario generale: “Nel caso specifico, il Consiglio comunale si esprime soltanto sulla richiesta di adesione”.  Ed è passata anche la delibera che chiedeva la modifica al regolamento dell’imposta di soggiorno: in questo modo il Comune “esonera dal pagamento della tassa di soggiorno tutti gli atleti che partecipano a manifestazioni sportive, fino al compimento del diciottesimo anno di età”.

 

Mozione sui vaccini

Ma a tener banco è stata la mozione presentata dai consiglieri Roberta Crescentini, Renzoni Bezziccheri, Bettini, Fraternali, Signorotti, Ceccaroli, Terenzi, Panicali, Amadori e Perugini, sull’obbligo della vaccinazione.

Roberta Crescentini, ha parlato di “dati drammatici per quanto riguarda la provincia di Pesaro e Urbino”, esprimendo la propria solidarietà alla Regione Marche. Con la mozione il Consiglio comunale esprime “soddisfazione per l’iter intrapreso dalla commissione sanità della Regione che in tempi rapidi ha provveduto a licenziare una proposta di legge che obbliga la vaccinazione per i bambini che intendono frequentare i nidi”.

Contrari alla mozione i consiglieri del M5S. Per Federico Alessandrini “si tratta di una scelta personale, ma pur essendo io vaccinato e anche mia figlia, sono assolutamente contrario alle imposizioni”. Milena Signorotti (Pd) ha ribadito l’importanza dei vaccini, e che “le istituzioni sono dalla parte della scienza e della salute pubblica”, mentre per Ilaro Barbanti (Pd) “la vaccinazione è una pietra miliare nel campo delle medicina, l’architrave per quanto riguarda la prevenzione delle malattie infettive”. Per Fabrizio Pazzaglia (M5S) “Vanno rispettate le sensibilità di tutti. Perché rendere le vaccinazioni obbligatorie quando in Europa ci sono 15 Stati dove non lo sono?”. Per Francesca Fraternali (Pd) “forse è vero che l’obbligatorietà non basta a ripianare questo deficit di cultura scientifica, ma comunque mette un freno a possibili epidemie”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>