19 ettari di nuovi boschi in città. Individuate 16 aree per le piantumazioni compensative di Autostrade

di 

4 aprile 2017

Briglia e RicciPESARO – «Nuovi boschi in città per 19 ettari di terreni», avevano preannunciato Matteo Ricci e Rito Briglia, nel giro di boa di metà mandato. Adesso sindaco e assessore fanno il passo successivo. Mettendo sopra al tavolo della giunta, in mattinata, la relativa delibera d’indirizzo: «Abbiamo selezionato 16 aree potenzialmente idonee dopo sopralluoghi e comparazioni su caratteristiche, aspetti urbanistici e disponibilità comunale». L’operazione si collega ai rimboschimenti che dovrà realizzare Autostrade (su una superficie esatta di 18,95 ettari, ndr), nel contesto della mitigazione sulle opere compensative alla terza corsia.

 

L’ITER – La giunta approva il primo step, «con un percorso – precisa Briglia – che sarà ampiamente discusso e partecipato con i quartieri. Che condivideranno in toto la scelta delle aree». In che modo, l’assessore lo spiega così: «Il parere espresso dai singoli consigli di quartiere sull’individuazione delle aree sarà un passaggio decisivo. Ne terremo conto nella delibera contenente la variante al piano regolatore, che poi porteremo in consiglio comunale». Quindi: «La scelta politica è chiara. Potevamo richiedere la monetizzazione: era l’altra opzione. Ma abbiamo scelto i boschi».

 

I BOSCHI – Più nel dettaglio, le 16 aree insistono su Borgo Santa Maria, Villa Ceccolini, Galoppatoio (strada dei Pioppi), strada delle Regioni, Torraccia (via Furiassi, tra AdriaticArena e autostrada), zona verde di via Gagarin (retro Iper Rossini), zona verde tra via Solferino e via San Martino, Candelara (via Bellavista), via Bonini (zona adiacente rotonda interquartieri), Santa Veneranda (zona sul retro della chiesa), via del Novecento (due zone), Muraglia (strada dei Condotti), Montegranaro (via Pirandello), Trebbiantico (due zone in via delle Querce e via dei Girasoli). Per Matteo Ricci, «un intervento rilevante che consentirà alla città di respirare meglio. E fa il paio con la riconversione a destinazione agricola di più di 100 ettari di terreni. Già fatta nei mesi scorsi dalla giunta, per diminuire il consumo di suolo e insistere sulle trasformazioni dentro il costruito». Conclude il sindaco: «Con l’atto confermiamo ulteriormente la linea, che punta anche su ciclabili e mobilità sostenibile per ridurre l’inquinamento: questa è la nostra politica ambientale».

Un commento to “19 ettari di nuovi boschi in città. Individuate 16 aree per le piantumazioni compensative di Autostrade”

  1. Valerio Angelini scrive:

    Una bellissima iniziativa, con la speranza che prosegua con altri interventi in cui si conciliano le esigenze urbanistiche con la tutela ambientale. “Il Diritto dell’Ambiente” è la base costituente di ogni società civile.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>