Volley A2: Lardini-myCicero vale la serie A1. Matteo Bertini alle colibrì: “Diamo il massimo, non abbiamo niente da perdere”

di 

7 aprile 2017

Matteo Bertini, il suo vice Andrea Burini e le ragazze nel PalaBaldinelli di Osimo

Matteo Bertini, il suo vice Andrea Burini e le ragazze nel PalaBaldinelli di Osimo

PESARO – Domenica 9 aprile, ore 17, PalaBaldinelli di Osimo, Lardini-Filottrano-myCicero Pesaro. In campo prima contro seconda. La Lardini che ha la promozione in tasca da mesi vuole evitare la beffa. La myCicero invece pensa… non succede, ma se succede…

In queste condizioni, quale approccio al derby?
“Dovrebbe essere semplice – spiega Matteo Bertini, allenatore della squadra pesarese -: non abbiamo niente da perdere e quindi le ragazze sono libere mentalmente. Andremo a Osimo per dare tutto ciò che abbiamo, consapevoli che anche un nostro risultato positivo non comprometterebbe le opportunità che ha Filottrano. Se andrà così, dovremo aspettare l’ultima giornata. Altrimenti, vedremo la Lardini fare festa”.

Non siete stanchi dei festeggiamenti di Filottrano, che ha vinto la Coppa Italia?
“Sì, e noi proveremo a impedire, o almeno a rinviare, i festeggiamenti, sapendo che loro sono una squadra veramente forte, che magari sta vivendo un periodo non facile, ma solo causa infortuni. Le assenze hanno tolto un po’ del loro equilibrio che sicuramente ritroveranno domenica perché con noi si sono presentate sempre al massimo, soprattutto concentrate e determinate a concederci molto poco. Direi che è questa la chiave di lettura delle precedenti partite”.

Andrea Pistola, che non più tardi di domenica scorsa con la sua Legnano ha inflitto alla Lardini la prima sconfitta senza punti della stagione, ha dichiarato che la differenza tra voi e Filottrano è a livello mentale. E’ vero?
“Non credo che soffriamo la Lardini, semmai ci lasciamo andare quando commettiamo un paio d’errori. Con loro, non puoi permettertelo. Al contrario, la Lardini è un rullo compressore che più prende coraggio e più va avanti e ti mette sotto pressione. Nelle due sfide giocate tra campionato e Coppa Italia, subiti i break abbiamo smesso di pensare a quello che dovevamo fare, direi a giocare come sappiamo. Situazioni che hanno compromesso le nostre possibilità. Credo che siamo alla pari a livello tecnico, ma domenica sarà necessario esserlo anche mentalmente. Ritengo che sia facile, proprio perché non abbiamo niente da perdere. Quindi, giochiamocela al meglio, dando il massimo”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>