Volley A2: in una giornata di grandi sfide, la myCicero prova a fare la festa alla Lardini

di 

8 aprile 2017

I tifosi pesarsi sognano di vedere una myCicero così sorridente

I tifosi pesarsi sognano di vedere una myCicero così sorridente

PESARO – In un tempo in cui tutto è anglicizzato, tanto che il governo di un paese dove le lingue straniere sono quasi sconosciute e ai turisti in cerca di informazioni si risponde peggio che Totò nel film Totò Peppino e la Malafemmina (“Noio… volevam… volevàn savoir… l’indiriss…ja”) fa leggi che si chiamano Jobs Act, preferiamo le citazioni latine: Lardini Filottrano e myCicero Pesaro sono al redde rationem, alla resa dei conti. E’ vero che finora ha vinto sempre Filottrano, impostasi nella finale del torneo precampionato, nella partita d’andata della stagione regolare e nella finale di Coppa Italia. Un 3 a 0 nei tre precedenti che induce a indirizzare il pronostico per la sfida di domani verso la Lardini. Ma… in questi casi c’è sempre un ma… la legge dei grandi numeri invita a ipotizzare che prima o poi, a Pesaro si tifa per il prima, a Filottrano ovviamente per il poi, la myCicero vincerà una sfida, senza dovere attendere la famosa amichevole ipotizzata da Luigi Lardini, uno dei fratelli sponsor della bella squadra allenata da Massimo Bellano.

A Filottrano devono saperlo: se la myCicero giocherà domenica gettando il cuore oltre l’ostacolo, grande merito sarà anche di… Luigi Lardini. Le colibrì non hanno digerito la frase – a dire poco irrispettosa – dello sponsor e proveranno a impedire al clan filottranese di dare fondo alle bottiglie di spumante, ovviamente di Verdicchio.

Inutile dire che l’attesa è grandissima, a Filottrano, ma anche a Pesaro. I Balusch hanno organizzato un pullman per sostenere le ragazze in un palasport che sarà tutto per la Lardini. Molti seguiranno la diretta streaming nel sito web di Radio Incontro che trasmetterà anche la diretta radiofonica

Il programma completo della 25^giornata della stagione regolare, 12^ e penultima del girone di ritorno:

Giocata martedì: Entu Olbia – Sab Grima Legnano 1-3:

domenica 9 aprile, ore 17:

Lardini Filottrano – myCicero Pesaro (arbitri Fabio Bassan di Milano e Maurina Sessolo di Treviso)

Golem Software Palmi – Volley Soverato

Delta Informatica Trentino – Millenium Brescia

Lpm Bam Mondovì – VolAlto Caserta

Battistelli San Giovanni in M. – Omia Cisterna

martedì 11 aprile, ore 20,30

Lilliput Settimo Torinese – Fenera Chieri

La classifica:

Filottrano 62

PESARO 58

Legnano 50 (1 partita in più)

Soverato 43

Trento 39

Brescia e San Giovanni in M. 37

Palmi 35

Chieri e Settimo Torinese 34

Olbia 28 (1 partita in più)

Caserta 21 (1 punto di penalizzazione)

Mondovì 18

Cisterna 10

Come si può notare, è un programma molto ricco. Non solo la sfida al vertice, ma anche quella tra Mondovì e Caserta per la salvezza. Le campane puntano a sbancare il palasport piemontese per salvarsi senza ricorrere ai playout. La squadra della presidente Alessandra Fissolo vuole superare Caserta per avere il vantaggio del fattore campo nel playout che deciderà la permanenza in A2.

Il derby calabrese è il terzo grande appuntamento della giornata: una vittoria di Soverato garantirebbe a Manfredini e compagne il quarto posto e probabilmente escluderebbe dai playoff le tirreniche che punteranno, domani più che mai, sugli attacchi di Tifanny Pereira de Abreu.

La Battistelli, protagonista di una stagione da applausi, proverà ad avvantaggiarsi grazie al confronto casalingo con la già retrocessa Cisterna.

Infine, Brescia farà di tutto per espugnare Trento e scavalcare in classifica la Delta Informatica Trentino.

Raramente la penultima giornata ha proposto tante sfide così importanti. Manca all’appello il derby torinese, tra Chieri e Settimo, rinviato per consentire alla Lilliput di recuperare Kone e Tonello, le due under 18 impegnate nei campionati europei di categoria in corso in Olanda.

Europei Under 18, l’Italia è in finale con la Russia

Le magnifiche ragazze della Nazionale Under 18 sono in finale e festeggiano (Foto Cev)

Le magnifiche ragazze della Nazionale Under 18 sono in finale e festeggiano (Foto Cev)

Questo pomeriggio, le azzurrine si sono qualificate, co qualche sofferenza di troppo, alla finale che assegnerà il titolo. Superata 3-2 la Serbia (25-11; 23-25; 23-25; 25-16; 15-9 in 2 ore 2 4 minuti), l’Italia affronterà domenica (ore 16,30 diretta su Laola1.tv) la Russia, seconda nel girone dell’Italia, che ha sconfitto 3-0 (25-22; 25-18; 25-15 in 78 minuti) la Bielorussia. Prima del girone della Serbia. Ovviamente, Serbia e Bielorussia giocheranno per la medaglia di bronzo. Per la cronaca, nella prima fase le azzurrine hanno sconfitto la Russia 3 a 0.

Nella semifinale, dopo un primo set a senso unico (8-2; 11-4; 16-5; 21-7) l’Italia ha subito la reazione delle talentuose serbe, perdendo secondo e terzo set. Brave, però, Terry Enweonwu (26 punti con 19/42 e 45% offensivo, ma anche 5 ace e 2 muri) e compagne a reagire – anche ai problemi gastrointestinali di Kone – dopo un brutto inizio di quarto set. Decisivi i muri: 22 a 8. Hanno realizzato anche Pietrini 13, Fahr 10, Tanase 10, Lubian 6, Kone 3, Populini 2, Scola 4, Morello 3. Tonello e Scognamillo liberi. Nella Serbia, Caric 14, Glusac e Mirosavljevic 11. A proposito: Terry Enweonwu è nera, come tante altre splendide ragazze, prima ancora che meravigliose atlete, che onorano la maglia azzurra, disonorata dallo stupido razzismo che alberga nelle parole – non nel cuore, ovvio – di molti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>