Che peccato Fano: il Pordenone vince in rimonta ma granata sfortunati

di 

9 aprile 2017

La curva granata dell'Alma Juvenntus Fano esplode al gol di Gucci

La curva granata dell’Alma Juvenntus Fano esplode al gol di Gucci

AJ FANO – PORDENONE 2-3
AJ FANO
(4-3-1-2): Menegatti; Lanini, Torta, Zullo (6’ pt Zigrossi), Taino; Capezzani (30’ st Melandri), Bellemo, Gabbianelli; Filippini (26’ st Cazzola); Germinale, Fioretti. All. Cuttone
PORDENONE (4-3-1-2): D’Arsiè; Semenzato, Parodi, Marchi, De Agostini; Misuraca, Suciu (6’ st Martignago), Buratto; Bulevardi (1’ st Cattaneo); Arma, Berrettoni (35’ st Padovan). All. Tedino (squalificato)
ARBITRO: Di Gioia di Nola
RETI: 1’ pt Capezzani, 36’ pt e 33’st Berrettoni, 21’ st Parodi, 29’ st Germinale
NOTE: spettatori 1.500 circa; ammoniti Bulevardi, Fioretti, Taino, Germinale, Arma, Zigrossi, Bellemo; angoli 6-6; recupero 1+4

 

FANO – Che peccato Alma. I ragazzi di Cuttone escono sconfitti dal saliscendi di emozioni del Mancini, inguaiandosi in una classifica che a sorpresa ha visto la risalita dell’Ancona che ha espugnato Parma. Eppure il Fano, contro l’ambizioso Pordenone, era passato dopo nemmeno un giro di lancette, con Capezzani a concretizzare l’appoggio all’indietro di Germinale dopo la respinta di D’Arsiè su Fioretti. Poi, dopo un rigore negato ai granata per un’evidente trattenuta di Semenzato ai danni di Capezzani su angolo di Filippini, che precede un tiro di Gabbianelli, gli ospiti impattano. Merito di Berrettoni, che però è favorito da uno sciagurato retropassaggio di Germinale che innesca l’assistman Arma. Il tempo si chiude con una nuova protesta del Fano per una cintura di De Agostini su Filippini.

Arma che a inizio ripresa sfiora il montante. Menegatti, che sventa con qualche apprensione il tiro-cross di Cattaneo, nulla può sull’incornata di Parodi, colpevolmente libero sul corner di Martignago (1-2). A raddrizzarla ci pensa Germinale al 29’, con una punizione da urlo. Sulle ali dell’entusiasmo i granata sfiorano addirittura il sorpasso col neoentrato Melandri, che sulla svirgolata di Marchi timbra un clamoroso incrocio dei pali. Alma sfortunata, anche perché Torta rilancia di testa sulla schiena di Zigrossi un cuoio che Berrettoni insacca in sforbiciata per il 3-2 esterno finale.

(Si ringrazia Fano Sport 24)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>