Primo esperimento di “a spasso con il sindaco”. Duecento pesaresi nella camminata esplorativa con Ricci fra Pantano e Villa San Martino

di 

11 aprile 2017

PESARO – Duecento persone «a spasso» con Matteo Ricci, nella prima camminata serale su Villa San Martino-Pantano. «Ci andiamo vicino, ma non è una via Crucis», ha esordito  il sindaco, che si è messo subito a fare l’andatura con un giro completo nella pista d’atletica del Campo Scuola. «Manteniamo il ritmo della camminata», ha insistito in scarpe da ginnastica. Una partenza a razzo che ha scremato in due il gruppo, «bucando» la ruota della bici su cui viaggiava la cassa audio collegata al microfono. Il sindaco ha rimediato alzando il tono di voce, prima di passare al megafono. Poco male per le tappe che hanno puntellato il circuito di oltre sei chilometri.

Questo slideshow richiede JavaScript.

IL PERCORSO – Ciclabile di via Cimarosa: «Ora da Villa San Martino si può andare verso il centro e il mare senza uscire dalla ciclabile». Parco Miralfiore: «Abbiamo chiesto alla questura e ai vigili urbani di intervenire su alcune situazioni che non ci piacevano. Pare che siano state in gran parte risolte: nei prossimi giorni faremo ulteriori verifiche, ma insieme alle forze dell’ordine dovremmo avere eliminato i fattori che creavano più insicurezza». Parcheggio sul retro del Campo Scuola, lato via Respighi: «Lo faremo tra il 2017 e il 2018: attualmente è sterrato, senza luce. Sarà importante per il parco e l’impianto sportivo. Su cui siamo intervenuti su spogliatoi e tribuna. Con la vittoria al bando Coni  arriveranno anche gli attrezzi: entro la fine dell’anno sarà completamente funzionale». Intanto, «con i miglioramenti fatti, abbiamo aumentato il numero degli abbonamenti». Il sindaco ha proseguito lungo «l’asse dello sport»: campo da calcio del Villa San Martino («tribuna nuova e recinzione lato strada: ora dobbiamo mettere a posto la pista polivalente, stiamo ragionando con la società calcistica») e piscina Pentathlon. Dove è entrato nel cantiere con il serpentone: «Lavori quasi ultimati, inaugureremo la struttura a maggio, le attività con il pubblico partiranno a settembre». Ma il sindaco ha dato notizie anche sul piano superiore: «L’idea è farci una palestra: c’è una trattativa in corso con i potenziali gestori». A Villa San Martino è salito sul muretto davanti alla chiesa: «Quest’anno abbiamo finanziato la piazza di Candelara, nel 2018 metteremo i fondi per piazza Papa Giovanni XXIII». Dalla ciclabile di via Solferino la virata alla zona Campus: «L’asfalto? Non è un’area nostra, ma per rifarlo prima del prossimo anno scolastico lavoriamo alla convenzione con la Provincia. Non demordiamo sul bando Inail per la nuova scuola superiore: siamo arrivati quarti (finanziamenti ai primi tre progetti, ndr) ma abbiamo contestato la graduatoria e la partita non è chiusa. Ci proviamo fino alla fine, sarebbero più di cinque milioni pe un nuovo istituto».

 

LA TABELLA –  Rotonde di via Goito («la ciclabile fino alla rotatoria di via Bonini partirà a giugno»), corteo su Pantano e ingresso sul terreno da gioco del Benelli: «Abbiamo fatto il supplementare, l’illuminazione, la tribuna coperta, il parcheggio di via Simoncelli. Ci manca la nuova Prato da 1500 posti, che monteremo quando la Vis concluderà la stagione. Entro l’estate avremo uno stadio da 4mila posti completamente a norma. Poi ripenseremo la zona di via Campo Sportivo, magari con negozi e parcheggio per il quartiere, salvaguardando gli spazi del Circolo della Vis. I concerti estivi? Ci proviamo già da quest’anno». Ha chiuso dopo poco più di un’ora e mezza, con l’area della nuova scuola media di via Lamarmora: «Investimento di tre milioni, faremo la gara e contiamo di partire con i lavori prima della fine dell’anno. Per concluderli nel 2018: sarà all’avanguardia sul lato energetico, ragioneremo con il quartiere sull’attuale Oliveri. Vogliamo trovare anche i soldi per la palestra. A nord stiamo pensando alla programmazione di un’altra scuola nuova, probabilmente in zona Torraccia». Nel commento finale, il sindaco si è detto soddisfatto: «Numero di partecipanti oltre il previsto, esperimento riuscito: si è presentata tanta gente nuova rispetto alle assemblee. L’obiettivo è unire benessere e partecipazione, coinvolgere le persone nella vita della città. Ci siamo confrontati sulle necessità, ho ricevuto  suggerimenti e indicazioni utili. Ritmo sostenuto? Abbiamo accontentato quelli che volevano camminare…». Il sindaco replicherà giovedì 20 aprile, in zona Centro-Mare e Porto.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>