Pesca abusiva, la Guardia Costiera trova e rimuove una rete da posta lunga 1,3 km

di 

12 aprile 2017

Jpeg

Guardia Costiera di Pesaro

PESARO – Nella mattinata di oggi il personale della Guardia Costiera di Pesaro operante a bordo della Motovedetta CP 2086, nel corso dell’ordinario pattugliamento della costa, ha rinvenuto una rete da posta lunga 1 chilometro e 300 metri che era stata illecitamente posizionata all’interno dell’area marina asservita ad un impianto di mitilicoltura, in zona antistante il Monte San Bartolo. La lunga rete da pesca era stata collocata in un’area di mare dove la pesca non è consentita, in violazione di legge e normativa emessa dalla locale Autorità Marittima, senza targhette identificative ed in forma anonima.

Gli uomini della Guardia Costiera hanno proceduto a salpare la rete, presumibilmente calata all’alba ed effettuato il sequestro delle attrezzature da pesca utilizzate in maniera del tutto irregolare.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>