Digitale VS reale, il corteggiamento si sposta online

di 

14 aprile 2017

pu24 corteggiamento onlineNonostante possa sembrare paradossale, una recente ricerca condotta dallo psicologo Jean Twenge, docente alla San Diego University, ha dimostrato come la nuova generazione, la cosiddetta generazione Y o dei “millennials”, nonostante possa sembrare più precoce della precedente generazione X, sia in realtà molto più timida ed introversa.

Lo studio attribuisce questa bizzarra tendenza allo sviluppo dei social network e delle numerose app di dating online, frequentate sempre più da giovanissimi. Sembra quasi che se da un lato internet è stato in grado di aprire numerose barriere, dall’altro ha spinto molti giovani a chiudersi maggiormente in sé stessi, facendo quasi perdere loro l’interesse nell’instaurare rapporti umani in senso fisico. Infatti sebbene grazie al web si abbia la possibilità di interagire con diverse persone (siti di incontri a parte si pensi banalmente ai social network) dall’altro lato però si passa così tanto tempo online da preferire il mondo virtuale a quello reale. Questa tendenza fa sì che, giacché lo scopo principale dei giovani è quello di creare relazioni online, si stia manifestando un significativo abbassamento dell’attività sessuale.

Ad avvalorare questa tesi, vi è anche un’altra ricerca che ha scoperto come gli adolescenti frequentanti le scuole medie superiori nel 1991 abbiano avuto esperienze di tipo sessuale in percentuale superiore (58%) ai loro corrispettivi nel 2015 (41%).

Ma il problema è da attribuire unicamente all’uso smisurato del web oppure è cambiato qualcosa nel mondo dei giovani, che secondo questi studi sono casti tanto quanto i ragazzi degli anni ’30?

Sicuramente l’ansia che caratterizza ogni ragazzo durante la fase della pubertà ed adolescenza è un elemento significativamente valido a determinare una certa sfiducia in sé stessi, che, anche da un punto di vista sociale, si potrebbe definire fisiologica. Ma questo senso di disagio e di insicurezza verso il proprio corpo non viene superato proprio a causa dell’utilizzo di internet. Infatti per i giovani risulta più facile nascondersi dietro lo schermo di un pc e flirtare con qualcuno, arrivando, in molti casi anche a fare sexting. In questo modo, si riesce abilmente a costruirsi un proprio personaggio fittizio da sfoggiare all’occasione, senza subire il giudizio di qualcun’ altro, soprattutto quando ci si trova davanti ad un rifiuto.

Oltre a ciò, un altro elemento in grado di dare spiegazione a questo atteggiamento, è la facilità di trovare immagini pornografiche online, che possono, in alcuni casi, risultare sufficienti a placare la curiosità degli adolescenti dei giorni nostri.

In realtà, bisognerebbe trovare il giusto equilibrio, senza cadere negli allarmismi tipici degli anni 2000, al fine di poter vivere la propria sessualità nel mondo reale in modo consapevole e responsabile.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>