Volley A2, myCicero, attenta a Olbia che sogna la beffa. Una giornata finale degna dei film di Alfred Hitchcock

di 

14 aprile 2017

Questo pomeriggio sul taraflex del PalaCampanara: in panchina conversano Alessia Ghilardi e Barbara Rossi

Questo pomeriggio sul taraflex del PalaCampanara: in panchina conversano Alessia Ghilardi e Barbara Rossi

PESARO – Penultimo allenamento settimanale per la myCicero Volley Pesaro, che tornerà a lavorare sul taraflex del PalaCampanara alle ore 9,15 di sabato. Poi, alle ore 17, la partita. Sarà solo l’ultima della stagione regolare o sarà addirittura l’ultima della stagione 2016/17? Dipenderà soprattutto dalla Lardini Filottrano, ma – attenzione – qualcuno, sbagliando, dà per scontati i 3 punti in palio con Olbia. Per fortuna, fra questi non ci sono Matteo Bertini e le sue ragazze.

Le pagine della storia dello sport sono ricche di beffe clamorose e chi meglio di Olbia, che non ha niente da perdere e alcun obiettivo da conquistare, può pensare alla grande sorpresa dell’ultima giornata? Massimo rispetto, quindi, per una squadra che ha in regia l’ex pesarese Giulia Carraro che vorrà fare bella figura liberando gli attacchi di schiacciatrici pericolose che rispondono al nome di Giulia Angelina, grande amica ed ex compagna di Alice Degradi, Silvia Lotti e Francesca Villani, e al centro può contare sul talento della ventenne Noura Mabilo, stagioni nel Club Italia e poi all’Igor Gorgonzola Novara, e Sirya Tangini, 19 anni, alla seconda stagione in A2. Inoltre, l’allenatore dell’Entu è il pergolese Giuseppe Davide Galli.

Un buon allenamento, incominciato con una seduta video, proseguito prima con il bagherone, vinto dalle giovani, poi con tante battute per allenare la linea di ricezione composta da Santini, Gamba e Degradi e concluso dalle alzate di Di Iulio e Gamba (in bagher verso zona 4 prima e zona 2 poi). In panchina, a incoraggiare e applaudire la giovane che la sostituirà, Alessia Ghilardi. Scatenata Eleni Kiosi, protagonista di servizi davvero efficaci che però hanno trovato spesso pronte le compagne. Un bel clima nel PalaCampanara, con la presidente Barbara Rossi che ha assistito all’ultima parte dell’allenamento.

La myCicero ha assoluta necessità di conquistare 3 punti. Poi aspetterà notizie da Caserta, dove la Lardini si gioca tutta la stagione. Se Filottrano vincerà, conquistando  3 o 2 punti, avrà vinto il campionato di serie A2 e meriterà l’applauso di tutte le avversarie.

Però, la Lega Pallavolo Serie A Femminile, che aveva portato la Coppa che si assegna alla squadra vincitrice sia a Legnano sia a Osimo, ha deciso che premierà successivamente la squadra promossa. Quindi niente viaggio a vuoto per il furgone che ha trasportato, inutilmente, il trofeo sognato da Filottrano e Pesaro.

“La promozione non arriverà per diritto divino – ha dichiarato Massimo Bellano, allenatore della Lardini, al suo eccellente ufficio stampa -, ma solo se dimostreremo di meritarcela. Resto convinto che abbiamo le qualità per conquistare la vittoria”.

Ha replicato l’allenatore casertano Fabio Bonafede: “Massima concentrazione, è una gara molto delicata”. Se la Lardini non ha alternative alla vittoria, stessa situazione in casa VolAlto. Un successo la metterebbe al sicuro dalla lotteria dei playout.

Non solo queste due partite. L’ultima giornata della stagione regolare sembra una pagina di Alfred Hitchcock, il grande regista britannico che ha appassionato generazioni che amano i gialli.

Chieri ospita Trento ed entrambe puntano al successo per garantirsi la prima un posto nei playoff, la seconda almeno il quinto posto.

Se il Fenera chiama a raccolta il popolo biancoblù, Ivan Iosi, allenatore trentino sottolinea che “Per noi sarà una gara molto importante, perché se ci sarà anche una sola possibilità di agganciare il quarto posto cercheremo di farci trovare pronti per non farci scappare l’occasione. Le assenze di Aricò e Kijakova, ovviamente, ci priveranno di due pedine molto importanti del nostro scacchiere, ma sono convinto che le loro sostitute si faranno trovare pronte”.

La Sab Grima Legnano, tranquilla perché ha in tasca il terzo posto che la qualifica alle semifinali playoff, ospita la Golem Software Palmi, che invece cerca un posto nella seconda fase della stagione, ma non è certa di conquistarlo neppure facendo il pieno in Lombardia.

“Raggiungere in anticipo l’obiettivo è stato importante – commenta Andrea Pistola, coach marchigiano di Legnano – per coronare un’annata straordinaria e perché ci permette di preparare al meglio i playoff. Il percorso fatto fin qui ci ha portato a giocare alla pari con le prime. Abbiamo fatto punti con Filottrano, Pesaro, Trento e Soverato. Ora vedremo se saremo in grado di affrontare al meglio i playoff dal punto di vista mentale”.

“Ci siamo lasciati dietro qualche piccolo rimpianto – ha spiegato coach Giangrossi al sito web della società calabrese – ma quello che conta è avere ancora viva la speranza di raggiungere il sogno dei playoff, che andrebbero ad essere il coronamento di una stagione bellissima, anche considerando tutte le difficoltà affrontate”.

Soverato e San Giovanni in Marignano hanno entrambe necessità di almeno un punto che garantirebbe il quarto posto alle calabresi e il sesto alle romagnole, che potrebbe anche scalzare Trento se la Delta Informatica non facesse punti a Chieri e Battistoni e compagne ne conquistassero due in riva allo Jonio.

Una partita emotivamente forte è quella tra le due matricole Brescia e Mondovì. Le lombarde devono vincere per disputare i playoff, le piemontesi per sperare in una sconfitta di Caserta e giocarsi la salvezza nei playout.

L’unica partita che non annuncia emozioni è quella tra Cisterna, già retrocessa, e Settimo Torinese, grande protagonista di una girone d’andata fantastico, ma crollata nella seconda parte della stagione. Le laziali vorranno salutare la serie A2 con un successo, ma la Lilliput vuole regalarsi un finale positivo.

Il quadro completo della 26^ giornata (sabato, ore 17)

myCicero Pesaro – Entu Olbia
VolAlto Caserta – Lardini Filottrano
Volley Soverato – Battistelli San Giovanni in Marignano
Fenera Chieri – Delta Informatica Trentino
Sab Grima Legnano – Golem Software Palmi
Millenium Brescia – Lpm Bam
Omia Cisterna – Lilliput Settimo Torinese

La classifica al termine della stagione regolare:

Filottrano 62
PESARO 61
Legnano 50
Soverato 44
Trento 42
San Giovanni in M. 40
Chieri, Brescia e Palmi 37
Settimo Torinese 34
Olbia 28
Caserta 24 (1 punto di penalizzazione)
Mondovì 18
Cisterna 10

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>