Il Fano fa soffrire il Venezia d’Inzaghi che strappa un punto e festeggia la B

di 

15 aprile 2017

Venezia-Fano

Venezia-Fano

VENEZIA – AJ FANO 1-1
VENEZIA
(4-3-3): Facchin; Zampano, Domizzi, Modolo, Garofalo; Falzerano, Bentivoglio, Soligo; Moreo (42’ st Malomo), Geijo, Marsura. (33’ st Acquadro). A disp. Sambo, Vicario, Galli, Pellicanò, Cernuto, Fabris, Strechie, Stulac, Tortori, Caccavallo. All. Inzaghi
AJ FANO (4-3-1-2): Menegatti; Lanini, Torta, Zullo, Taino; Capezzani (28’ st Borrelli), Bellemo, Gabbianelli; Filippini (46’ st Masini); Germinale, Melandri. A disp. Andrenacci, Zigrossi, Ashong, Ferrani, Cazzola, Favo, Sassaroli, Camilloni. All. Cuttone

ARBITRO: D’Apice di Arezzo.
RETI: 38’ pt Moreo, 10’ st Capezzani
NOTE: spettatori 6.000 circa fra cui un centinaio di fanesi; ammoniti Bellemo, Domizzi, Torta, Capezzani; angoli 8-2; recupero 0+3
VENEZIA – Il Fano fa soffrire il Venezia di Pippo Inzaghi che col punto conquistato oggi brinda al ritorno in serie B. Alma di Cuttone niente affatto intimorita, nonostante le assenze in simultanea di Carotti, Schiavini, Gualdi e Fioretti. Taino e Zullo sono recuperati in extremis ma ovviamente non potevano essere al top. Ciononostante i granata si sono costruiti il punticino che lascia l’Ancona, ultima della classe, 4 punti più sotto, anche se poi la salvezza diretta 5 lunghezze più in su complice la vittoria del Mantova in quel di Sant’Arcangelo.
La cronaca racconta di un’occasione per il Venezia, com Modolo che tira alto da buona posizione, ma il Fano è vivo e vegeto e risponde con Germinale che per due volte spedisce alto. Menegatti deve salvare sul colpo di testa ravvicinato di Domizzi, poi Zullo mette una pezza sull’incursione centrale di Geijo. Al 29’, sul primo angolo per l’Alma, Germinale stacca alla perfezione sulla parabola disegnata da Filippini ma incorna tra le braccia di Facchin. Due minuti e Marsura costringe Menegatti a rifugiarsi in corner. Il Venezia sfiora il gol sulla combinazione Falzerano-Soligo e poi lo segna con Moreo, bravo a destreggiarsi con efficacia tra Lanini e Torta sull’invitante scarico dal fondo di Falzerano.
Ma il Fano non ci sta e va vicina al pari già prima del riposo con Filippini, la cui conclusione è smanacciata da Facchin. Il pareggio arriva comunque a inizio ripresa. Melandri affonda sulla sinistra e filtra verso Capezzani, che riceve dopo un paio di rimpalli e insacca con un pizzico di fortuna. Taino sfiora il 2-1 esterno, ma poi è il locale Modolo a cogliere l’incrocio. Non succede più nulla. Appuntamento fra otto giorni con Fano-Modena, una gara da vincere a ogni costo.
(Si ringrazia Fano Sport 24)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>