Volley A2, il meglio (ma anche il peggio) della 26^ giornata: ovazione in piedi per la Lardini Filottrano, dispiacere per la Lpm Bam Mondovì. E tanti complimenti a…

di 

16 aprile 2017

Nel giorno in cui la Lardini Filottrano certifica la meritatissima promozione in A1, dopo una stagione indimenticabile – complimenti a coach Bellano e alle sua ragazze – il primo pensiero dell’ultima rubrica settimanale – il meglio (ma anche il peggio) della giornata – lo dedico alla Lpm Bam Mondovì (retrocessa in B1 con l’Omia Cisterna): una bella società. La squadra monregalese ha lottato fino all’ultima palla del tie-break che, se vinto, l’avrebbe portata al playout con Caserta. Chissà con quanto batticuore è stato seguito in Campania il quinto set disputato a Brescia.

Alla Lpm Bam (ma anche all’Omia) auguro di ritrovarla al più presto in A2, magari dalla prossima stagione se, come da voci fondate raccolte negli ultimi giorni, si ipotizza una formula allargata sia in A1 sia in A2, anche se il progetto del vecchio Consiglio Federale di proporre, anche per il campionato femminile come già nel maschile, una serie A2 a 20 squadre e 2 gironi sembra fuori da ogni logica. Vedremo.

Dunque, la Lardini ha vinto Coppa Italia e campionato. Un bis che la colloca nella storia della serie A2 e conferma la bontà delle scelte dello staff dirigenziale e tecnico. Complimenti bis.

Complimenti… anche alla myCicero, capace di tenere aperto il campionato fino all’ultima giornata, ma anche alla Sab Grima Legnano, ad Andrea Pistola e alle sue magnifiche ragazze per la dimostrazione di sportività offerta giocando al massimo una partita che non avrebbe portato mutamenti alla loro classifica. Ha pagato la Golem Software Palmi, che con l’ingaggio di Tifanny Pereira de Abreu sognava un posto al sole, ma è rimasta esclusa dai playoff. E’ la legge dello sport che racconta che dietro ogni vittoria che fa gioire c’è una sconfitta che fa soffrire, Peccato che questa lezione sia estranea a gente che sta facendo di tutto per rendere meno civile la pallavolo femminile, portando comportamento mutuati dalla parte peggiore del calcio. Pazienza… continueremo a pensare che “passeranno sulla terra leggeri”.

E complimenti alle due matricole – San Giovanni in Marignano e Brescia – che sono entrate nei playoff al termine di una stagione da ricordare.

Dopo tanti complimenti, anticipando che in settimana assegneremo i riconoscimenti per l’intera stagione, ecco il meglio (ma anche il peggio) della 26^ giornata:

Miss Scorer, migliore realizzatrice

Questo slideshow richiede JavaScript.

Gloria Baldi (Millenium Brescia),Camilla Mingardi (Sab Grima Legnano), Tifanny Pereira de Abreu (Golem Software Palmi): 24 punti per le tre, con Camilla Mingardi che con 526 punti si conferma migliore realizzatrice del campionato (media partita 20,23). E’ di Tifanny la media migliore: 211 punti in 8 partite per una media di 26,375. Micidiali.

Miss Ace, migliore servizio

Baldi

Gloria Baldi (Millenium Brescia): 23 battute, 2 errori, 6 ace, una grande prestazione dalla linea dei 9 metri per la schiacciatrice lombarda. Spietata.

Miss Wall, migliore muro

Veglia

Tiziana Veglia (Golem Software Palmi): 5 muri per dare una mano alla squadra calabrese che solo vincendo a Legnano poteva sperare di accedere alla seconda fase. In una stagione segnata da un infortunio, un commiato onorevole per la centrale piemontese. Invalicabile.

Miss Spiker, migliore attaccante

Garavaglia

Laura Garavaglia (Millenium Brescia): un notevole 7/11 per la schiacciatrice milanese. Millimetrica.

Miss Setter, migliore palleggiatrice

Unknown

Elisa Moncada (Delta Informatica Trentino): come non premiare lei, che ha guidato la sua squadra a una vittoria che alla vigilia sembrava impossibile? Trento si era presentata a Chieri senza Miroslava Kijakova e Ramona Aricò, con Michieletto fuori da tempo. Eppure ha vinto con una grandissima prestazione di Cristina Coppi, che meriterebbe il titolo di Miss Volley, che non le posso assegnare e fra poco capirete perché, grazie alla regia di Elisa. Premiando lei, premio tutta la Delta Informatica Trentino. Coinvolgente.

Miss Bagher, migliore ricezione

Unknown-1

Sara Paris (Sab Grima Legnano): 20 ricezioni, 1 errore, 80% positiva e 75% perfetta. Classe ed esperienza.

Miss Flop, la peggiore della giornata

Questo slideshow richiede JavaScript.

Giusi Astarita (VolAlto Caserta), Anna Mezzi (Fenera Chieri), Francesca Moretti (Golem Software Palmi) e Maria Nomikou (Lpm Bam Mondovì): il volley è gioco di squadra, ma osservate le prestazioni individuali delle quattro giocatrici e capirete come poteva cambiare la stagione delle loto squadre, anche se Caserta alla fine si è salvata senza passare dalle forche caudine dei playout: Astarita 2/15 (13%); Mezzi 5/26 (19%); Moretti 4/29 (14%); Nomikou 1/8 (13% in due set). Inconcludenti.

Miss Volley, la migliore

GFC01697

Lardini Filottrano: non è la migliore della giornata, è la migliore di tutto il campionato. Non amo le frasi in inglese, quindi niente standing ovation, ovazione in piedi.

Mister Coach, migliore allenatore

Bellano

Massimo Bellano (Lardini Filottrano): chi se non lui, che ha portato un piccolo paese nella storia dello sport italiano. Non solo della pallavolo. E’ abituato visto il precedente di Ornavasso. Applausi e felicitazioni.

Un commento to “Volley A2, il meglio (ma anche il peggio) della 26^ giornata: ovazione in piedi per la Lardini Filottrano, dispiacere per la Lpm Bam Mondovì. E tanti complimenti a…”

  1. Valentina scrive:

    Signor Murgia la smetta con queste frecciatine.. è diventato tutto molto patetico..un giornalista dovrebbe scrivere con obiettività e riportare i fatti reali, non come fa lei che trova ogni occasione per denigrare e insultare dei ragazzi che amano la pallavolo e tifano per la loro squadra. Vada ogni tanto a vedere qualche partita, perché non mi rusulta che lei ne abbia mai vista qualcuna della Lardini.. quindi di cosa parliamo? Si accerti dei fatti prima personalmente.
    Ma oramai credo che abbia fin troppi pregiudizi, che non la fanno essere un buon giornalista ( mio modestissimo parere eh). Buona vita caro Murgia

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>