Pasqua, Ricci: “La città ha fatto il pieno con cultura, sport e benessere”

di 

18 aprile 2017

Matteo Ricci a Villa San Martino 00015PESARO – “La città ha fatto il pieno con sport, cultura e benessere”. E’ il consuntivo del sindaco Matteo Ricci, dopo il ponte lungo di Pasqua: “Tantissime presenze, tavoli esauriti nei ristoranti, locali frequentati. E’ la dimostrazione che siamo sulla strada giusta. Proseguiremo con programmazione, eventi e lavori pubblici per migliorare il nostro biglietto da visita. Sul turismo la strategia è chiara, avanti con la vivacità”.

Il vicesindaco Daniele Vimini sottolinea “l’avvio fortissimo per la mostra Rinascimento Segreto, curata da Vittorio Sgarbi: 2100 presenze complessive tra venerdì e lunedì pomeriggio su Urbino, Pesaro e Fano sono un risultato importante. In tanti si sono presentati ai Musei Civici con il ticket di Urbino, e viceversa. Abbiamo costruito insieme un modello che sta dando i suoi frutti. E funzionerà sempre più entrando nel vivo della stagione”.

LA CULTURA

Alla linea – “gli eventi culturali stanno creando ottime dinamiche in termini di ricadute sulla città” – il vicesindaco abbina anche il turismo per famiglie: “La mostra sui Lego, per fare un esempio, sta attraendo famiglie e appassionati da più regioni. Quella sul Rinascimento ha fatto circuitare turisti e cittadini della provincia già dal primo weekend sulle tre sedi. L’iniziativa si è rivelata un successo e sabato prossimo partirà anche il pacchetto correlato di trasporto pubblico a un euro. Un’opportunità in più per vivere la bellezza della mostra nella sua interezza”.

In generale, prosegue, “ci sono alcuni momenti dell’anno più votati allo sport. Altri in cui invece predomina la vocazione culturale. Ma il turismo sportivo non è un caso: deriva da investimenti importanti e dalla volontà di capitalizzare al massimo il riconoscimento di città europea dello sport”.

L’ulteriore passaggio dell’assessore alla Cultura è “sulla programmazione coordinata, su cui insisteremo. Così come sugli eventi: dal prossimo anno, poi, avremo l’ulteriore spinta del vecchio palasport ristrutturato. Che sarà un auditorium ideale per cultura e sport, ma anche per la convegnistica. Su un arco 12 mesi all’anno”.

LO SPORT

Rileva l’assessore allo sport Mila Della Dora: “Seimila presenze nel weekend per i tornei di basket maschile e femminile. Per i campionati di tiro con l’arco attendiamo un altro migliaio di persone, tra atleti e accompagnatori. Sull’Adriatic Cup di pallacanestro sono previste 400 squadre fra 25 aprile e primo maggio. Parliamo di 4.000 atleti, più il resto delle persone al seguito”.

Evidenzia Della Dora: “Non è un caso che gli organizzatori decidano di portare eventi sportivi in città. Noi vogliamo continuare ad ospitare manifestazioni e investiamo sugli impianti: è una scelta strategica. L’obiettivo è essere sempre città europea dello sport: non solo nel 2017, ma come mentalità complessiva. La città offre eventi sportivi e culturali, non c’è contrapposizione, le due cose si tengono insieme”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>