Frecce sul mare: i Campionati Italiani di Tiro con l’Arco per il 25 aprile nella cornice della Palla di Pomodoro

di 

24 aprile 2017

PESARO – Pesaro Città Europea dello Sport il 25 aprile diventa Città Italiana del Tiro con l’Arco. Perché alcuni fra i migliori arcieri italiani si sfideranno sui bersagli disposti sullo sfondo azzurro del mare pesarese. Le passerella di gara sarà infatti la suggestiva cornice di Piazza della Libertà e la sua Palla di Pomodoro.

Ma questa volta l’organizzazione di eventi sportivi pesaresi fa un salto di qualità che è soprattutto un salto di solidarietà. Raccogliendo l’eredità di un campionato italiano che doveva essere organizzato dalla società del Medio Chienti, ma che la tragedia degli eventi sismici ha impossibilitato la società tolentinate ad adempiere all’organizzazione sul suo territorio. Poco male, perché la Sagitta Arcieri e l’Assta Senigallia si sono subito proposte di mantenere la competizione nella regione e dare il supporto organizzativo agli Arcieri del Medio Chienti per il 16esimo Campionato Italiano a Squadre di Società.

«Il campionato non è ancora iniziato, ma so già che rimarrà per sempre nel mio cuore – il parere esternato dal presidente della Sagitta Arcieri Pesaro Elena Forte nel varo del campionato presentato oggi nella Sala Rossa del Comune Sarà un campionato della solidarietà, dell’amicizia e di quelli che sono i veri valori dello sport. Gli amici del Medio Chienti avevano problemi ben più importanti dell’organizzazione di una gara. Era obbligatorio dare loro una mano per tenere il campionato nelle Marche. È stata l’occasione per costruire insieme quella che oggi è diventata la società più grande d’Italia. Sarà una gara bellissima. Con i bersagli sullo sfondo del mare nel luogo più affascinante della città»

 

La gara verrà disputata sulla distanza fissa di 25 metri. Partecipano le migliori 32 squadre – 16  maschili e 16 femminili– qualificate ai play-off, secondo la ranking list nazionale stilata dalla Federazione Italiana di Tiro con l’Arco, in relazione ai migliori punteggi conseguiti da tre arcieri della medesima Compagnia che hanno partecipato a gare di calendario federale nel periodo dall’1 aprile 2016 del 31 marzo 2017. Le squadre sono composte da tre arcieri titolari tre 3 riserve. Uno per ciascuna divisione: arco olimpico, arco nudo e arco compound, per un totale di 160 arcieri.

Oggi alle 18 la cerimonia d’apertura e, nella mattinata del 25 aprile, a partire dalle 9.30 il via alle gare, con finali e premiazioni nel pomeriggio.

 

18090695_1428510487172109_566609148_oLuciano Spera della Fitarco e originario dall’Irpinia sa cosa vuol dire ripartire da un terremoto: «e lo sport può fare tanto come tantissimo fa la collaborazione fra società. A Pesaro metteremo in campo una delle formule più avvincenti della Fitarco».

A dare la sua benedizione al campionato anche il presidente regionale del Coni Fabio Luna che applaude «un’altra grande manifestazione organizzata nel territorio da una città rodata a grandi eventi. Così come c’è una regione che crede nello sport proponendo in un anno 50 appuntamenti di valore assoluto costruiti su un patrimonio di impianti notevole, su amministrazioni sensibile e su una classe dirigenziale di eccellenza che sa fare rete come in questa occasione».

Di società che si sono unite in questa organizzazione, secondo Elena Forte ce ne sarebbe pure una quarta: la Confcommercio di Pesaro-Urbino: «Ma il merito è tutto vostro – rigira i complimenti il direttore Amerigo Varotti – Noi come consuetudine con Riviera Incoming diamo una mano perché gli eventi in città abbiano il giusto risalto e perché il turismo sportivo continui a coprire la falle del turismo classico». Attese 300 presenze legate alla rassegna.

 

Soddisfattissimi della collaborazione, i copresidenti regionali delle società di arcieri: «Quello che è successo in queste settimane è la più grande forma di lealtà e sportività che possa esistere – il commento del presidente della società Medio Chienti Priamo PalmieriUna società che ha vinto tanto come la nostra era stata completamente fermata dagli eventi. Invece siamo stati adottati e questa situazione ci ha dato ancora più slancio».

Dal giorno dell’idea della collaborazione al giorno del via alle gare Marisa Fabietti, da presidente dell’Assta Senigallia, è diventata presidente del comitato regionale Fitarco: «Prevedo uno dei campionati più seguiti, costruito da tanti che hanno remato nella stessa direzione. in una gara che porterà a Pesaro diversi campioni mondiali delle discipline. La nostra regione sta facendo la parte del leone salendo a una cifra notevole che ha superato i 900 atleti». I rappresentanti marchigiani del campionato italiano di domani saranno gli arcieri maschili del Medio Chienti e Arcieri Piceni.

 

Barbara Rossi presidente del Panathlon pesarese per questa sera ha già apparecchiato una cena di gala per tutti gli arcieri che arriveranno. L’assessore comunale allo sport Mila Della Dora esalta «i dirigenti di società sportive pesaresi che continuano a essere la forza trainante di una città che attrae eventi coinvolgendo sempre più soggetti. Dall’amministrazione alle società, dalla Confcommercio al Coni e al Panathlon c’è una straordinaria capacità di fare rete. Questa volta, dopo tanti tornei, si è riuscito a portare per la prima volta un campionato nazionale alla Palla di Pomodoro».

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>