Omicidio Ismaele, fa discutere la sentenza. Ergastolo a Igli e 28 anni a Marjo, ma Ambera sarà indagata

di 

27 aprile 2017

Una bella foto di Ismaele Lulli. Tratta da Fb

Una bella foto di Ismaele Lulli. Tratta da Fb

PESARO – Ergastolo per Igli Meta e 28 anni e 4 mesi di carcere per Marjo Mema. Fa discutere e non poco la sentenza emessa dal Tribunale di Pesaro ieri in prima serata nell’ambito dell’omicidio di Ismaele Lulli, il 17enne di Sant’Angelo in Vado legato e sgozzato nella collina di San Martino in Selva il 19 luglio 2015.

La notizia è che, contestualmente al pronunciamento della sentenza, si aggrava la posizione di Ambera, la fidanzatina di Igli che lo avrebbe tradito col povero Ismaele. La ragazza, finora sentita come teste, rientra nel processo, dal momento che la Corte d’Assise di Pesaro ha ordinato di trasmettere gli atti del processo alla Procura di Urbino perché possa indagare sul coinvolgimento di Ambera per “concorso in omicidio premeditato”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>