Pesaro-Pola-Pesaro, partita la regata “sulla rotta dei trabaccoli”: le FOTO

di 

29 aprile 2017

PESARO – Alle 17 di oggi pomeriggio è iniziata l’avventura della Pesaro-Pola-Pesaro, regata velica d’altura “sulla rotta dei trabaccoli” che quest’anno sostituisce la storica Pesaro-Rovigno. Ben 45 le imbarcazioni iscritte che hanno riempito con i loro variopinti scafi la banchina commerciale del porto con un bel colpo d’occhio di alberi e velature.

Dopo le procedure di accreditamento e le assegnazione dei numeri alle barche, il via con un’uscita in flotta dal porto verso il cancello esterno al largo del molo di levante e poi di corsa alla prima accostata vera e propria alla boa strategicamente posta di fronte alla Palla di pomodoro sul lungomare.

Il tutto con rassicurante veglia delle motovedette della Capitaneria di porto-Guardia costiera di Pesaro A CP 872 e la CP2086 per i profili di sicurezza e soccorso marittimi e di riconnesso coordinamento, nonché del gommone GC142 a vigilare sulle acque portuali, cui si aggiunto un pattugliatore del reparto operativo aeronavale della Guardia di finanza di Ancona.

Afferma il comandante della Capitaneria di porto-Guardia costiera di Pesaro: “La tradizionale regata, denominata “sulla rotta dei trabaccoli”, coniuga tradizione e modernità, e pone in evidenza un’espressione contraddistintiva del territorio pesarese di amore per il mare, di passione per la vela e gli sport nautici, da inquadrare in un imprescindibile approccio di sicurezza marittima specie per le barche partecipanti ed i suoi equipaggi, di cui si fa garante il comitato organizzatore a terra ed in mare.

“Buon vento pesaro alla volta di Pola”.

LE FOTO DI FILIPPO BAIONI

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>