Volley, la serie A2 accoglie 4 nuove squadre: applausi alla Zambelli Orvieto di Elisa Mezzasoma allenata dal pesarese “Bibo” Solforati

di 

30 aprile 2017

La Zambelli Orvieto (foto dalla pagina Facebook) in festa… Osservate i due signori a sinistra a bordo campo

La Zambelli Orvieto (foto dalla pagina Facebook) in festa… Osservate i due signori a sinistra a bordo campo

Benvenute! Il campionato italiano di pallavolo femminile serie A2 accoglie le prime quattro squadre promosse dalla serie B1. Sono le quattro squadre che, quando manca una giornata alla conclusione della stagione regolare, hanno la certezza del primo posto che dà diritto alla promozione diretta. Altre quattro squadre cercheranno il passaporto attraverso i playoff.

Le quattro squadre già promosse sono:

Girone A: Properzi Volley Lodi, che ha vinto la sfida promozione con Cuneo e ha 64 punti, 5 più della Barricalla Cus Collegno (Torino).

Girone B: Sorelle Ramonda Montecchio Maggiore (Vicenza), che hanno 61 punti, 3 in più di Monticelli (Brescia) che ha perso in casa (2-3) e dato via libere alle venete, a loro volta impostesi (3-0) su Walliance Ata Trento.

Girone C: Zambelli Orvieto, che ha vinto il derby a Perugia (0-3: 12-25; 18-25; 20-25) trascinata dai 22 punti dell’ex pesarese Elisa Mezzasoma, invano inseguita la scorsa estate proprio dalla Tuum Perugia,squadra della sua città. Applausi anche a Matteo “Bibo” Solforati, allenatore pesarese, alla terza promozione consecutiva in serie A2. Le tre squadre che, al momento, giocheranno i playoff sono – già sicure – le due ravennati Conad, con Diletta Sestini, e Cmc, che schiera Francesca Babbi, e Perugia, che però ha gli stesso punti della Coveme San Lazzaro e dovrà difendersi dalle felsinee.

Girone D: Mam Villa Zuccaro di Santa Teresa di Riva (Messina), in verità promossa da tempo. Ai playoff Acca Montella Messina (53), Betitaly Maglie, Lecce (51) e Volleyrò Casal de’ Pazzi (50) che devono vedersela con Aprilia (50) e – le giovani romane – Marsala (48).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>