Volley A2, la finale. Matteo Bertini: “myCicero e Legnano propongono una bellissima pallavolo”

di 

6 maggio 2017

Matteo Bertini osserva la sua squadra, il “collettivo” che gli piace tanto (Foto Eleonora Ioele)

Matteo Bertini osserva la sua squadra, il “collettivo” che gli piace tanto (Foto Eleonora Ioele)

PESARO – A 24 ore dalla finale playoff, da gara 1 di una sfida che promuoverà in serie A1 una squadra tra myCicero Volley Pesaro e Sab Grima Legnano, la parola a Matteo Bertini, che con l’avversario Andrea Pistola garantisce la sola certezza: a prescindere da come andrà a finire, un allenatore marchigiano farà festa.

“Abbiamo avuto bravi maestri, da Marco Paolini ad Angelo Lorenzetti, per arrivare a Marco Mencarelli, Lorenzo Micelli, Davide Mazzanti, che sta raccogliendo i frutti del suo lavoro. E non dimentico Marco Gaspari, che è in finale femminile con la Liu Jo Modena. Tanti bravissimi allenatori di una scuola che continua a dare soddisfazioni”.

Chi arriva a disputare la finale dei playoff lo fa con pieno merito. Quest’anno anche di più vista la stagione di Legnano, la bellissima sorpresa dell’A2, e Pesaro, che ha confermato i pronostici della scorsa estate che la volevano grande protagonista. Presumo che a questo punto, giustamente, non ci si possa accontentare di essere stati protagonisti di una stupenda stagione regolare, seconda solo alla Lardini Filottrano.
“E’ la finale più giusta. Noi abbiamo confermato le attese dell’estate, arrivando a 1 punto da Filottrano e sfiorando la promozione diretta. Siamo in finale dopo una stagione incredibile, con sole 6 sconfitte in 31 partite, fatta di tante vittorie nette, di successi meritati. Un percorso che ci ha visto crescere tanto, soprattutto da gennaio in poi. Legnano è la vera grande sorpresa del campionato. Ha fatto benissimo in stagione regolare e sta facendo altrettanto bene nei playoff. Si parte da zero a zero, con un piccolo vantaggio del fattore campo a nostro favore, che però potrebbe contare solo nell’eventuale gara 3. Proponiamo due pallavolo divertenti e belle da vedere. Credo sarà un grande spettacolo e ritengo che il pronostico debba essere diviso in 50 e 50. ”.

Che cosa le piace della Sab Grima?
“Il collettivo, che poi è quello che mi piace della mia squadra. Legnano valorizza al massimo i punti di forza. Il gioco di squadra è proprio questo. Loro lo fanno in maniera perfetta: giocano insieme, esprimendo una pallavolo veloce, bellissima da vedere”.

Cosa toglierebbe alla squadra di Andrea Pistola?
“Le rispondo come ha risposto Andrea quando lei gli ha chiesto cosa toglierebbe alla myCicero: niente! Credo sia bello così, che questa finale sia il coronamento del percorso fatto da due squadre che hanno vissuto una stagione fantastica. Il volley è un gioco di squadra, come Pesaro e Legnano hanno dimostrato in questi mesi”.

Quali potrebbero essere i temi tecnico-tattici della finale?
“Proponiamo due giochi molto divertenti. Credo sarà una finale che – come ha detto Andrea – scopriremo punto dopo punto, set dopo set, partita dopo partita. E scopriremo correttivi, piccoli accorgimenti. Nella semifinale di Coppa Italia, cambiarono qualcosa loro, facemmo altrettanto noi. E’ il bello di giocare una serie, vivendola giorno per giorno, cercando di capire come mettere in difficoltà l’avversaria facendole punto in vari modi. Proveremo a farlo anche in questa finale. Poi vedremo chi avrà avuto ragione”.

Nelle interviste ho registrato reciproco rispetto.
“Nelle quattro partite che hanno opposto Pesaro a Legnano si è visto tanto agonismo, ma non è sfociato mai in cattiveria, in anti sportività. Credo che il grande rispetto tra noi e loro ci sia proprio per questo. Ognuna farà il massimo per vincere, ma sempre rispettando l’avversari”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>