Volley A2 la finale. Le bellissime sensazioni vissute da tante ex: Sestini, Di Marino, Gennari, Concetti e Ortolani: “Pesaro può farcela in gara 2″

di 

8 maggio 2017

Questo slideshow richiede JavaScript.

A Busto Arsizio con al seguito due pullman di tifosi, mai successo

Due pullman di appassionati al seguito della myCicero. E’ la novità del primo pomeriggio. Una bella novità. Mai successo in passato. Due pullman e 90 iscritti, ma ancora una decina di posti disponibili. Il prezzo per il viaggio è di 15 euro per gli adulti e di 10 euro per i minori di 18 anni. Per prenotazioni telefonare al numero 3314686470 (Giada). Appuntamento alle ore 14,15 di mercoledì nel parcheggio davanti all’Adriatic Arena; partenza alle ore 14,30.

Visto che siamo in tema, è giusto correggere quanto scritto nelle note della cronaca di gara 1. E’ vero che a Campanara erano presenti tante giovani pallavoliste dell’Asd Pallavolo Avis Corinaldo accompagnate dalle famiglie, ma i servizi nel campo di gioco sono stati effettuati dalle ragazzine del Volley Pesaro, alle quali chiedo scusa per l’errore.

Presenti a gara 1 tante ex giocatrici pesaresi, tutte molto coinvolte dal clima che si è respirato nel PalaCampanara.

“Sicuramente una bella serata – è il commento dell’amatissima Diletta Sestini, oggi alla Conad Teodora Ravenna impegnata nei playoff per la promozione in A2 -, soprattutto un bel risultato. Ho visto le ragazze molto cariche, non avevo alcun dubbio che sarebbe stato così. Conoscendole, sapevo che avrebbero affrontato la sfida con grande carattere. Sono molto contenta di avere portato loro fortuna…”.

E’ impegnatissima anche Diletta, altrimenti le avrebbero chiesto di andare a Busto Arsizio.
“Non posso, mi sto preparando con le mie compagne a giocare i playoff. Siamo arrivate seconde e pertanto abbiamo il vantaggio del fattore campo, potendo giocare 2 partite su 3 in casa. Speriamo di riuscire a sfruttarlo al meglio”.

Diletta, parliamo di gara 2 che attende le sue ex compagne: si può chiudere il discorso a Busto Arsizio, anche se davanti c’è una bella squadra?

“Assolutamente sì, Legnano è una bella squadra come ha dimostrato vincendo a Pesaro la partita d’andata della stagione regolare, ma credo che quel ricordo sia servito alla myCicero per essere ancor più determinata. Secondo me si può fare. Ho visto una grande partita, un bellissimo atteggiamento. Io ho tanta fiducia e sono con loro, sempre”.

Claudia Di Marino, protagonista di una stagione molto positiva a Moie, in B1, ha vissuto con gioia la bellissima atmosfera del PalaCampanara.

“Davvero molto bello. Una finale è sempre belo giocarla, ma anche vederla. Sono contenta per Pesaro, per la squadra e la società. Davvero un bell’ambiente. Ho visto una squadra molto unita, che lotta su ogni pallone e ne ho ricavato sensazioni molto positive, come già quando le vidi all’opera a San Giovanni in Marignano. Anch’io tifo Pesaro e spero che andrà bene anche a Busto Arsizio.

Presente anche Giulia Gennari, palleggiatrice che ha giocato a Soverato, avversaria della Sab Grima Legnano nella semifinale playoff. Domenica poteva essere in campo a Pesaro, non in tribuna.

“Abbiamo sofferto tanto Legnano, in campionato in Coppa Italia e nei playoff, e abbiamo perso tutte le 6 partite. Evidentemente ha caratteristiche che ci hanno messo in difficoltà. Confesso che mi sarebbe piaciuto giocarla questa finale, soprattutto qui a Pesaro. La myCicero è partita al massimo e ha continuato a giocare spingendo sempre. Legnano mi è sembrata imbambolata”.

Gara 2 non si giocherà nel PalaBorsani di Castellanza, ma nel PalaYamamay di Busto Arsizio. Giulia, Pesaro può vincere in Lombardia?

“Ha tutte le carte in regola per imporsi anche in trasferta, anche se il PalaYamamay darà un piccolo vantaggio a Legnano che, al contrario di Pesaro, conosce già il campo. Però credo che basterà il primo set per fare ambientare la myCicero e consentirle di prendere i punti di riferimento”.

Gaia Concetti ha giocato due anni fa in serie B1 e non poteva non essere presente a incoraggiare la sua grandissima amica Isabella Di Iulio.

“Sono molto contenta, soprattutto per la società: vedere un palazzetto così pieno dà sensazioni bellissime. Felice per la squadra, soprattutto per Isa. Una grande emozione e sono convinta che le ragazze siano state caricate nel vedere così tanti tifosi. Legnano è una bella squadra, ma ho visto la myCicero molto brava nel limitare i punti di forza delle lombarde, a incominciare dall’opposta Camilla Mingardi, che tira dei colpi pazzeschi. Non dico niente perché sono scaramantica, ma… si può fare”.

Ultima, ma non per importanza, Serena Ortolani, la grande giocatrice romagnola che salutò Pesaro all’improvviso quando s’accorse d’aspettare la primogenita, Gaia, che domenica girava attorno al taraflex seguita dal papà, il ct azzurro Davide Mazzanti. I tifosi pesaresi non hanno dimenticato Serena, salutandola con un coro affettuosissimo.

“Ma che carini… Ho respirato una grande atmosfera in un palazzetto pieno. Ritornare qui mi fa sempre un bell’effetto, tanti i ricordi. Sono contenta per la myCicero perché in squadra conosco Degradi e Santini, ma anche Isabella Di Iulio, e sono contenta per Matteo Bertini che sta facendo un bel lavoro. Bravo lui, brave tutte le ragazze alle quali va il mio in bocca al lupo per agra 2″.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>