Volley, la myCicero da padrona nel PalaYamamay riconquista il suo posto, la serie A1

di 

10 maggio 2017

Dal nostro inviato LUCIANO MURGIA

SAB GRIMA LEGNANO – MYCICERO VOLLEY PESARO 0-3
SAB GRIMA: Figini ne, Paris (L: ricezioni 17, errori 2, positiva 65%, perfetta 53%), Furlan 3 (3/7), Muzi, Mingardi 18 (15/47; 1 ace; 2 muri), Coneo 8 (7/22; 1 muro), Grigolo 4 (4/20), Facchinetti 3 (2/8; 1 ace), Kosareva, Bossi (0/1), De Lellis 2 (1/3; 1 muro), Mazzotti (0/1). All. Pistola; vice Tettamanti
MYCICERO: Mastrodicasa 14 (13/20; 1 muro), Degradi 10 (6/17; 3 ace; 1 muro), Olivotto 17 (8/17; 2 ace; 7 muri), Ghilardi (L: ricezioni 16, errori 0, positiva 69%, perfetta 50%), Gamba, Kiosi 13 (11/34; 2 muri), Di Iulio 1 (1/2), Bussoli, Santini 7 (5/24; 2 muri), Pamio 1 (1/1), Rimoldi e Tonello ne. All. Bertini; vice Burini
ARBITRI: Guarneri di Messina e Palumbo di Cosenza
PARZIALI: 22-25; 17-25; 21-25 in minuti
STATISTICHE DI SQUADRA: LEGNANO: Battute 61, errori 3, punti 2. Ricezioni 63, errori 9, positiva 62%, perfetta 38%. Attacchi 111, errori 9, muri subiti 13, punti 32, 29%. Muri fatti 4. Errori avversarie 22. Contrattacchi totali 61, errori 5, murati 10, 30%. PESARO: Battute 74, errori 11, punti 5. Ricezioni 58, errori 3, positiva 67%, perfetta 41%. Attacchi 115, errori 8, muri subiti 4, punti 45, 39%. Muri fatti 13. Errori avversarie 12. Contrattacchi totali 62, errori 5, murati 2, 47%
NOTE: spettatori circa 1.500 con nutrita rappresentanza di tifosi della myCicero. In tribuna tanti allenatore e giocatrici di serie A1…

BUSTO ARSIZIO – Due stagioni nell’inferno (con tutto il rispetto per la serie B1), altrettante nel purgatorio della serie A2, ma da stasera Pesaro ha ripreso il suo posto nella pallavolo di vertice, la myCicero è in serie A1.

Una prestazione magistrale, una prova che tutti gli appassionati sognavano. La myCicero ha giocato in casa… già il PalaYamamay, palasport di serie A1.

PRIMO SET: se lo aggiudica la myCicero dopo 30 minuti, mille emozioni e giocate incredibili, soprattutto di marca pesarese. Apre un muro di Olivotto (su Grigolo). Immediato bis di Eleni Kiosi. La centrale trentina non mette a terra il primo pallonetto, ma va a segno con il primo tempo: 0-3. Di Iulio serve fuori: 1-3. Mingardi in battuta propizia il pari (pipe) dopo un pallonetto di Grigolo. Olivotto super: secondo muro (su Mingardi). Poi commette invasione. Anche Legnano gioca con le centrali e Facchinetti mette a terra la fast del 5 pari. Favolosa giocata di Kiosi che attacca in pipe ma vistasi chiusa dal muro indirizza in posto 2 con un colpo da biliardo. Altra invasione, capitalizzata da Mingardi per il primo vantaggio interno: 8-7. Degradi e Kiosi ribaltano. Terzo muro di Olivotto per il 9-11. Pareggia un gran colpo di Coneo (parallela). Legnano di nuovo avanti (14-13) per un errore offensivo di Kiosi, subito dopo defraudata da una decisione di Guarneri che non vedrebbe il tocco lombardo su palla spinta della greca. 15-13 e time-out di Bertini. Una pipe di Degradi interrompe il digiuno. Coneo, decisamente meglio che in gara 1, trova le mani del muro: 16-14. Arriva anche il muro di Legnano ed è più 3 interno: 17-14. E’ cresciuta la Sab Grima: De Lellis innesca il primo tempo di Furlan: 18-15. Si vede la fast di Mastrodicasa, fondamentale a Pesaro. Il capitano, però, serve in rete. Ancora una battuta sbagliata (Di Iulio) e Legnano va a 20. Olivotto inarrestabile (20-18). Alice Degradi mette a segno ilo primo ace e Pistola ferma il gioco. Si riprende con un grande servizio della pavese che mette in difficoltà la ricezione avversaria, Kiosi sfrutta. Ace da sballo in posto 5 e sorpasso Pesaro: 20-21. Time-out bis del coach marchigiano della squadra lombarda. Ma Degradi è in trance: altro ace per il 20-22. Poi arriva l’errore. Pesaro si distrae ed è parità. Rotta dal quarto muro di Olivotto (su Coneo), che lascia il servizio a Gamba. Legnano cerca il pari, ma la fast di Facchinetti si stampa sul murone di Santini, che subito dopo – grazie all’ennesimo servizio insidioso di Gamba – manda al cambio di campo con un imperioso muro fuori. 22-25 in minuti. Pesaro padrona al muro (1-7) e in battuta (3 ace a 0). Equilibrio in attacco (29% a 31%), meglio Pesaro in ricezione (61% e 52% contro 30% e 25%). Ma sono il muro-difesa e la grandissima difesa a fare la differenza, come si può notare dalle percentuali di Mingardi. Kiosi 9 (7/13), Olivotto (con 3 muri, nel nostro tabellino ne abbiamo 4) e Degradi 6, Santini 3, Mastrodicasa 1. Coneo 6, Mingardi 3 (2/17).

SECONDO SET: Lo apre meglio Legnano, con Mingardi che segna il primo ace, salvo sbagliare dopo: 3-1. La pipe della migliore realizzatrice della stagione fa male alle colibrì (5-1) e Bertini deve intervenire subito. Ma arriva anche il 6-1 (murata Olivotto). Kiosi fa il cambio palla. E Santini mura Facchinetti. Ace di Olivotto. Pesaro c’è, caspita se c’è, anche se non mette a terra la palla del 6 pari e si ritrova a meno 3. Dall’8-5 interno si passa al 9-12. Legnano sbaglia e s’innervosisce, contestando quasi tutte le decisioni degli arbitri. Sul 9-12 si ferma il break (servizio sbagliato e fast lunga). Sbaglia anche Mingardi e la myCicero è di nuovo avanti di 2: 11-13. Nel frattempo gli arbitri richiamano Bertini. Olivotto difende la rete, Grigolo attacca in rete: 11-15. Kiosi inventa un attacco da ovazioni: 11-16. Mingardi è in difficoltà e manda fuori la diagonale (11-17), ma si riprende con lo stesso colpo. Olivotto stoppa Grigolo: 12-19. La mancina lascia il campo per Mazzotti. Chi non cede un millimetro è la centrale trentina: murone per il 13-21. abbiamo perso il conto, lo giuro: muro anche per il 15-22. Legnano accorcia con un ace di Facchinetti. Entra Bussoli per Degradi. Poi anche Pamio per Kiosi. Santini cerca e trova la zona di conflitto con un attacco da posto 4. Mastrodicasa chiude con due punti consecutivi (fast e tocco felpato): 17-25. Pesaro è a un set da… Meglio pensare ai numeri: Pesaro al 42%, Legnano al 21%. 5 muri a 1 per Olivotto (4) e compagne. Le centrali pesaresi (Mastrodicasa 8 con 7/9; Olivotto 6 con ½ e 1 ace) dominatrici del parziale e – al momento – della finale.

TERZO SET: come nel secondo set, apre meglio Legnano: 2-0. Replica la fast di Olivotto. Lombarde sul 5-1, ma con una Olivotto così (anche ace) è immediata parità a 5. Anzi sorpasso con un gran primo tempo di Mastrodicasa. Pistola deve fermare il gioco. Non si ferma il break pesarese: Kiosi -parallela – dà il 5-7. Termina in rete il lungo turno in battuta di Olivotto. Ma il vento continua a soffiare alle spalle delle colibrì: 7-10. Olivotto – devastante – obbliga le trentine a sbagliare ed è 9-13. Pistola non sa più a chi affidarsi, ferma il gioco e parla a lungo con De Lellis, ma quando si riprende Mingardi attacca fuori: 9-14. Arriva il più 6 con Mastrodicasa al servizio e Olivotto puntuale a rete, ma va in rete il servizio del capitano. Ancora un punto della giocatrice con la maglia bianca numero 3, poi Furlan sbaglia la fast: 10-17. Sul 12-18 entra Bussoli per Degradi e va in battuta. Gliela toglie un attacco di Mingardi. Invasione pesarese e mini break lombardo: 14-18. Murata Santini e Bertini ferma il gioco. Parziale di 5 a 1 per la Sab Grima. Grigolo – attacco lunghissimo – sblocca il tabellone pesarese. Gamba al servizio pesta la riga: 16-19. Primo tempo di Mastrodicasa: 16-20. Pamio – per Kiosi – in battuta e in pipe da posto 1 per il più 5. SuperFast del Capitano per il 16-22. Pesaro manca il più 7, Mingardi accorcia, una volta, due volte. Pesaro protesta sul secondo attacco forse fuori, cartellino rosso a Bertini e 19-22. Time-out Pesaro. Mastrodicasa spinge in posto 5 per il 19-23. Mingardi “ghe pensi mi” per il 20-23. Degradi picchia forte per dare 4 palle match alla myCicero. Serve Mastrodicasa, segna Mingardi in pipe. Di Iulio di seconda per la serie A1!!!!!!

La telecronaca della partita sarà trasmessa giovedì sera, alle pre 21,30, da e’Tv Marche sul canale 12 del digitale terrestre.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>