Accordo col Ministero: due nuove caserme dei vigili del fuoco a Fano e Macerata Feltria. La soddisfazione dell’On. Morani

di 

10 maggio 2017

Il sottosegretario Bocci, l'on. Morani, il sindaco di Fano Seri, il sindaco di Macerata Feltria Arcangeli, il comandante dei vvf Dino Poggiali, il dirigente dei vvf per la logistica nazionale nazionale Parisi

Il sottosegretario Bocci, l’on. Morani, il sindaco di Fano Seri, il sindaco di Macerata Feltria Arcangeli, il comandante dei vvf Dino Poggiali, il dirigente dei vvf per la logistica nazionale nazionale Parisi

FANO – “Due nuove caserme dei vigili del fuoco a Fano e Macerata Feltria: questo l’accordo che abbiamo chiuso oggi con il ministero dell’Interno. Si tratta di un passo in avanti strategico per il nostro territorio: quando parliamo di sicurezza e diciamo che è di sinistra non sono parole. Ecco i fatti: i cittadini saranno più tutelati dalle forze dell’ordine su cui il governo continua a investire risorse ingenti. Questo significa che lo Stato è al fianco delle persone e dei loro bisogni, quello di sicurezza è tra i primi”, lo dice in una nota la vice capogruppo del Pd alla Camera Alessia Morani.

Dall’incontro di oggi con il sottosegretario agli Interni Giampiero Bocci, il sindaco di Fano Massimo Seri, il primo cittadino di Macerata Feltria Luciano Arcangeli e il comandante provinciale dei Vigili del Fuoco di Pesaro Urbino Dino Poggiali, è emersa una scelta strategica in tema sicurezza. La costruzione delle nuove caserme sarà a costo zero per i Comuni, solo la progettazione e gli appalti saranno gestiti dagli enti locali che avranno anche l’occasione di dare lavoro alle imprese. In particolare a Fano avremo finalmente una nuova sede che la città e il corpo dei vigili del fuoco aspettano da anni e che grazie al grande lavoro del Sindaco Seri arriverà, mentre l’intervento sul Montefeltro è straordinario: un nuovo distaccamento di trenta vigili nell’entroterra è un segnale importante e in assoluta controtendenza: le caserme devono aprire, non chiudere e devono essere luoghi dignitosi per chi vi lavora, servendo lo Stato“, conclude la deputata dem.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>