Minacce di morte sul bus ai controllori, condattato un 41enne

di 

10 maggio 2017

Tribunale di UrbinoURBINO – Cinque mesi e 10 giorni. Questa la condanna che dovrà scontare un 41enne di origini campane per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale. Come riporta Il Ducato, l’uomo il 14 marzo avrebbe minacciato di morte due controllori sul bus che da Urbino conduce a Pesaro dopo essere stato beccato senza biglietto.

Il pm, che aveva richiesto 8 mesi di reclusione, ha rivelato che il 41enne avrebbe minacciato di ammazzare entrambi: “Ad uno ha addirittura detto che sarebbe andato a casa sua per uccidere la moglie e i figli”.

La difesa aveva chiesto l’assoluzione contestando una violazione della privacy del suo assistito: “I controllori hanno trovato il mio numero di cellulare tra i suoi documenti e, invece di fare il verbale, come si fa normalmente quando qualcuno viene trovato senza biglietto, hanno pensato di telefonare a me. Un gesto arbitrario che ha causato la reazione del mio assistito”. Una tesi, però, che non ha convinto il giudice.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>