24esimo Rally dell’Adriatico: a Cingoli un weekend di spettacolo assicurato

di 

12 maggio 2017

Il campione in carica Paolo Andreucci

Il campione in carica Paolo Andreucci

CINGOLI (Macerata) – Tutto pronto per il 24° Rally Adriatico, ormai  diventato uno degli appuntamenti clou del Campionato Italiano Rally, (CIR). Domani e domenica tutti i big del campionato saranno  impegnati e daranno spettacolo sugli stupendi sterrati incastonati nelle suggestive colline fra Cingoli e Jesi, note per un’altra eccellenza: il Verdicchio. Quindici le prove speciali, nove nella prima tappa di sabato, e sei per la seconda di domenica, per un totale di 600 chilometri di cui 130 circa cronometrati. L’Adriatico è il quarto appuntamento del CIR, ed il secondo del Italiano Rally Terra, oltre ad avere validità anche per la serie “Regionale”. Una sessantina gli equipaggi pronti alla sfida con i riflettori puntati sul sempre spettacolare duello tra il veronese Umberto Scandola, navigato da Guidi D’Amore, che con la Skoda Fabia R5 ufficiale, punta alla quinta vittoria nell’Adriatico, oltre a dover segnare nel “tabellone” punti importanti per il Campionato.

Classifica che tanto per cambiare vede al comando il nove volte Campione Italiano, Paolo Andreucci, il quale con alle note la gentile consorte Anna Andreussi cercherà con la Peugeot 208 T16 R5 ufficiale, di sfatare un tabù che non lo vede vincitore in riva all’Adriatico dal 2012. Tenterà di rubare la scena ai due il romagnolo Simone Campedelli, vincitore della prima gara del Ciocco e grande specialista dello sterrato con la Ford Fiesta R5. Altro cliente scomodo per tutti è il giovane siciliano Andrea Nucita, sempre veloce che se trova la giornata giusta può centrare il “bersaglio ” grosso, anche lui al volante della Fiesta R5.

Il podio 2016

Il podio 2016

Decisi a puntare in alto anche il trevigiano Giacomo Costenaro (Peugeot 208 T16), che attualmente comanda la classifica del “Terra”, come anche Luigi Ricci  e Andrea Dalmazini ( Ford Fiesta R5), Nicolò Marchioro ( Peugeot 208 T16),  e due “vecchie” volpi come Alex Bruschetta ( Subaru Impreza) e Luca Hoelbling ( Skoda Fabia), senza dimenticare il campione in carica del “Terra”, il sammarinese Daniele Ceccoli al via con la Ford Fiesta R5. Riflettori puntati anche sui due “baby” terribili,  i 16enni Kalle Rovampera e Marco Bulacia Wilkinson. Il primo finlandese figlio del grande Harri rallysta di fama mondiale, ha già corso le prime due prove su asfalto, ora lo vedremo all’opera con la Peugeot 208 T16, sulla terra che insieme ovviamente alla neve è il suo terreno preferito. Il secondo Marco è nientemeno che Campione Boliviano in carica, arriva a Cingoli con la Ford Fiesta R5, dopo lo strabiliante ottavo posto assoluto conquistato nel secondo appuntamento alla Coppa Liburna. In poche parole un appuntamento da non mancare per gli appassionati, oltre che per lo spettacolo che assicura da sempre l”Adriatico”, anche per premiare lo sforzo della PRS GROUP che in “quasi” un quarto di secolo ha portato la sua creatura ai massimi livelli della specialità e il fondamentale supporto e disponibilità della amministrazioni locali che dopo i terribili momenti del recente terremoto puntano al rilancio delle loro stupende località anche attraverso il Rally. Per gli orari e le cartine del percorso consigliamo di consultare il sito del Rally o quello di ACI Sport.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>