Il Mercatino delle meraviglie (le foto di Baioni). Gli alunni chiedono, il sindaco risponde

di 

14 maggio 2017

PESARO – Il sindaco presenta la stagione lunga poi fa la spola nel vintage, tra le bancarelle di piazza del Popolo. D’altra parte, rimarca, “il Mercatino delle Meraviglie è nel cuore di tutti. Nei bambini di oggi come in quelli di ieri. La mia generazione se lo ricorda bene”. Così non si sottrae al ‘Matteo risponde’, con la raffica di domande dagli alunni di Carducci, Papa Giovanni XXIII e Gramsci. Viaggia tra ambiente, economia, sport, lavori pubblici. Con incipit più serio che faceto: “La mia giornata tipo?  Parte quando accendo il telefono e bacchetto i collaboratori per le cose che non hanno già fatto”.

Aggiunge: “Mi dicono che sono troppo decisionista, ma voglio risolvere i problemi. Non mi piace temporeggiare”. In pillole: “Tre sogni nel cassetto per migliorare Pesaro? Rendere la città più vivace: siamo sulla buona strada. Poi crescere sui posti di lavoro: ci proviamo con turismo e investimenti pubblici per ristrutturare l’economia. E vogliamo una città a misura di bambino, sana sul lato ambientale”. Per il disegno complessivo, sottolinea, “la Bicipolitana di sicuro aiuta. Legambiente ci conferma città della bici. E quest’anno collegheremo Villa Fastiggi alla rete: già entro l’estate contiamo di avere il primo tratto, fino alla rotonda del quartiere”. Annuncia investimenti sulla depurazione: “Saranno rilevanti, serviranno per migliorare la qualità dell’acqua del Foglia. Un fiume che vogliamo valorizzare con i percorsi ciclabili, anche sulla sponda sinistra, fino a Villa Ceccolini. Farci passare la gente e renderlo vissuto aumenta il controllo e riduce la presenza di scarichi abusivi”.

Su mozziconi per strada ed escrementi di cani non raccolti: “Problema culturale. Facciamo le multe, ma non è facile individuare i responsabili. Aiutateci a veicolare il messaggio: chi fa queste cose non è un ‘figo’ ma uno ‘sfigato’. Così come chi danneggia i giochi nei parchi”.

Promette che userà gli strumenti del decreto Minniti: “Uno dei miei sogni? Eliminare le brutture che deturpano la città”. Riscontri confermati per l’operazione vintage: 1.400 bambini, 20 scuole e parte del ricavato devoluto alla onlus ‘T’immagini’ per attività di clownterapia all’interno degli ospedali.

“Una tradizione nata dall’inventiva di Scriboni e Panzieri, che abbiamo recuperato per il terzo anno di fila. La città conosce la creatività dei bambini, in un clima di relazione con le altre generazioni”, chiude l’assessore Giuliana Ceccarelli.

LE FOTO DI FILIPPO BAIONI

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>