Banda ultralarga, Biancani: “Lavori entro l’anno”

di 

20 maggio 2017

L'intervento di Andrea Biancani durante l'incontro sulla banda ultralarga

L’intervento di Andrea Biancani durante l’incontro sulla banda ultralarga

PESARO – L’importanza strategica della connessione a banda ultra larga al centro dell’incontro, tenuto ad Ancona alla presenza di sindaci, amministratori e associazioni di categoria, al quale ha partecipato anche il presidente della Commissione consiliare ambiente e territorio Andrea Biancani.

Nel suo intervento, Biancani ha ricordato ai presenti il lungo e articolato iter che ha portato alla approvazione, nell’agosto 2016, del piano telematico regionale per la banda ultra larga. Il piano, che può contare su finanziamenti per complessivi 108 milioni di euro – provenienti dai fondi strutturali europei e dal fondo di sviluppo e coesione – punta, per il 2020, a coprire almeno l’85% della popolazione marchigiana con una connessione alla velocità di 100 mega e l’intero territorio con una da 30 mega.

“Abbiamo avuto – ha detto Andrea Biancani – un dialogo proficuo con i territori, con i cittadini e con le imprese. Da questo confronto di idee abbiamo capito che c’è piena consapevolezza dell’importanza strategica per il futuro di queste infrastrutture la cui rilevanza non è inferiore a quella delle vie di comunicazione stradale. La connessione alla rete oggi ha un ruolo fondamentale per la permanenza delle persone e delle attività economiche nel nostro territorio. Nel momento in cui la dimensione di lavoro è il mondo dobbiamo dare la possibilità ai giovani e alle imprese di essere collegati in maniera efficiente e veloce con il mondo. Consentire ai cittadini, alle istituzioni, alle strutture sanitarie, alle scuole ai servizi e alle imprese di essere collegati in rete è un fattore di crescita civile e democratica. Ora occorre fare presto: i comuni devono quanto prima stipulare le convenzioni con la Infratel, soggetto pubblico incaricato della attuazione del piano nazionale per la banda larga. Entro giugno ci sarà l’aggiudicazione della gara per la effettuazione dei lavori, entro settembre-ottobre la firma del contratto con la ditta aggiudicataria. I lavori potranno così partire prima della fine dell’anno. L’iter operativo si sta già muovendo in una direzione che va oltre le previsioni del piano e punta, anche nelle Marche, a coprire già in questa prima fase la totalità del territorio comprese le cosiddette case sparse che, in molti casi, sono sedi di preziose attività produttive e turistiche. Anche nel Pesarese sono molti i Comuni, a cominciare dal capoluogo, coinvolti in questa prima fase. Inoltre il nostro territorio può partecipare a pieno titolo al progetto rientrando fra le priorità previste per le aree interne e per quelle in crisi”.

“Da parte nostra – ha concluso Biancani – c’è piena disponibilità a mantenere aperto il dialogo per favorire il più possibile questo importante processo di crescita per il quale sarà necessario un ruolo di coordinamento della Regione nei confronti di tutti i soggetti coinvolti”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>