Mitico Valentino Rossi: a Le Mans come Brabham a Montecarlo nel 1970

di 

21 maggio 2017

Valentino Rossi (foto Fb tratta da Valentino Rossi VR46 Official)

Valentino Rossi (foto Fb tratta da Valentino Rossi VR46 Official)

LE MANS (Francia) – Solo un Mito può fare quello che ha fatto Vale a Le Mans: cercare di vincere un Gp a 38 anni con tutte le sue forze, non mollare mai e cadere a un paio di curve dal traguardo regalando la vittoria a Vinales.

A memoria di appassionato mi viene in mente Jack Brabham quando nel 1970- a 44 anni- sul circuito di Montecarlo in testa alla gara di F1 al volante della sua Brabham, all’ultimo giro andò dritto ala curva del Gasometro perdendo la gara.

Ne mancavano poche di curve per la bandiera a scacchi, come a Vale oggi a Le Mans quando è caduto.

Sir JohnArthur Brabham – era al volante della F1 della sua scuderia Brabham

Organisation – sul tracciato del Principato a 44 anni, e stava conquistando un’altra vittoria.

Uno dei tanti successi della sua grande carriera che gli avevano consentito- nel ’59, ’60 e ’66 – di laurearsi tre volte campione del mondo di F1.

Il giorno dopo questa disavventura, Brabham venne massacrato dalla stampa di mezzo mondo: <Jack è vecchio – si lesse allora- a 44 anni ha perso la lucidità, ormai alla sua età non riesce più ad essere lucido come un tempo…>.

Quello che scriveranno i giornalisti domani non mi interessa, quello che mi interessa è rilevare che GIA’ OGGI alcuni che fino a ieri erano tra i più accaniti “tifosi” di Vale ( io li chiamo simpaticamente i maggiordomi di Rossi, con il massimo rispetto per i maggiordomi di professione che loro a differenza dei miei colleghi sono grandi professionisti) OGGI sono già saliti sul carro di Vinales.

Così va il mondo.

Gran bella gara quella di Le Mans che omettiamo di raccontarvi: se l’avete persa è un problema vostro e anche se fino a oggi non sapevate nulla di sir Brabham, è un problema vostro. Ma non fa nulla: si vive benissimo uguale.

Poi, tornando a Le Mans, Morbidelli ha vinto in Moto 2 e Fenati è caduto quando era in testa alla Moto 3, ma adesso c’è già da pensare al Mugello perché nell’era della globalizzazione il futuro… cancella il passato.

Un commento to “Mitico Valentino Rossi: a Le Mans come Brabham a Montecarlo nel 1970”

  1. JOE BAR scrive:

    Alcune pagelle della gara MOTOGP di Le Mans.

    VINALES – Perfetto nella guida e nella condotta di gara. Ora è primo in classifica con in testa meno pensieri dei suoi avversari. VOTO 10.
    ZARCO – Se solo potesse avere una M1 ufficiale. Bravo e intelligente; ci prova fino in fondo senza mai esagerare conquistando così un grande secondo posto. VOTO 9.
    PEDROSA – A vinto a Jerez e con il terzo posto di Le Mans ora è secondo nella classifica mondiale. Quando la sua moto lo asseconda viene fuori il top raider che è in lui. È certo che se continua di questo passo sicuramente può pensare al titolo mondiale senza nessun problema. VOTO 8,5.
    ROSSI – Sali in moto e vedi che le cose si mettono bene. C’è il margine ed una concreta possibilità di vincere. Vincere una gara ma soprattutto battere uno che per tutto l’inverno te le ha suonate. Vincere per cercare di mettere pressione ad uno giovane … ma tosto!!! Alla fine il fiatone di Rossi ripreso in primo piano dalla camera della sua M1 forse racconta di quanta pressione avesse addosso il vale nazionale a poche curve da una vittoria che avrebbe messo tutti quanti in soggezione. Bravo Vale!!! Questo è l’atteggiamento che tutti i tuoi tifosi si aspettano da te; l’atteggiamento di un campione di razza. Ora arriva il Mugello e li non puoi e non devi sbagliare se vuoi rinverdire e dare nuova linfa al tuo mito. VOTO 5.
    MARQUEZ – Prova a tenere il passo dei primi ma forse esagera un po’ e finisce in terra. Quest’anno è già la seconda volta. Tornano gli spettri della stagione disgraziata di due anni fa??? Vediamo cosa succederà al Mugello. VOTO 4,5.
    DOVIZIOSO – Surclassa Lorenzo per l’ennesima volta. Ordinato e paziente come al solito fa quello che può con la sua ducatona. Questa volta non lo stende nessuno è arriva un meritato 4 posto anche se a 11 secondi da Vinales. VOTO 6,5.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>